Xbox, Nintendo e PlayStation collaborano per “un impegno condiviso per un gioco più sicuro”

Marta
Marta
Loghi di Nintendo Switch, PlayStation e Xbox

(Credito immagine: Nintendo, Sony e Microsoft)

Xbox, Nintendo e PlayStation hanno collaborato per rendere i giochi online più sicuri per i loro giocatori.

Microsoft e Nintendo hanno annunciato la nuova partnership in post sui rispettivi siti, con messaggi quasi identici intitolati “Our Shared Commitment to Safer Gaming”. Il post delinea il motivo per cui le tre società hanno deciso di lavorare insieme e intendono farlo. Non lo menziona specificamente, ma sembra che il multiplayer multipiattaforma (o cross-play) stia diventando sempre più popolare come forza trainante di questa nuova partnership.

“In Xbox, siamo allineati con Nintendo, per conto della community di Nintendo Switch e PlayStation, nella nostra convinzione che i giocatori online necessitino di un approccio multidisciplinare, uno che combini i vantaggi di una community high-tech e di supporto e uno. Addestrato. supervisione “, si legge nell’annuncio di Microsoft. “Possiamo ottenere di più quando lavoriamo per lo stesso obiettivo, quindi continueremo a investire nel nostro approccio alla sicurezza degli utenti, evolvendoci ed espandendoci. Mentre continuiamo questo lavoro, daremo priorità alla protezione della sicurezza dei nostri giocatori, in particolare il più vulnerabile. “

Il post delinea tre principi che guideranno la partnership: prevenzione, che consentirà ai giocatori e ai loro tutori di controllare meglio la propria esperienza di gioco; partnership tra il pubblico, l’industria, le autorità di regolamentazione e le forze dell’ordine; e responsabilità, ritenendo tutte le aziende responsabili di rendere i propri spazi online il più sicuri possibile.

“Difendere i giocatori può essere difficile in un mondo connesso digitalmente e spesso istantaneo. Questa partnership dimostra il nostro impegno a lavorare insieme per migliorare la sicurezza dei giocatori e garantire che il gioco rimanga davvero per tutti. Che l’industria dei videogiochi ha una lunga storia di iniziative per proteggere i giocatori, in particolare i bambini, riconosciamo che nessuna singola azienda o industria può risolvere queste sfide da sola “.

Non vi è alcuna menzione specifica della messa in comune delle risorse, o qualsiasi tipo di elemento applicabile se si scopre che una delle società non rientra nell’accordo, quindi questa sembra più una dichiarazione di intenti semi – formale piuttosto che una nuova direzione unilaterale per l’industria dei giochi. Ho anche contattato Sony per vedere se ha qualcos’altro da condividere sul loro ruolo in questa partnership e aggiornerò questa storia con qualsiasi risposta.

Gioca in sicurezza durante le vacanze e magari rendi la stagione un po ‘più luminosa con il migliori regali per i giocatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *