Warcraft 4 potrebbe non essere l’evento Echoes of Alterac di Heroes of the Storm, ma la cosa migliore è

Marta
Marta

Warcraft non è stato il primo gioco di Blizzard, ma è stato il gioco che ha evidenziato l’azienda a metà degli anni ’90 e ha gettato le basi per un’eredità che sarebbe durata più di 20 anni. Oggi, lo studio onora quell’eredità con un evento a tema Warcraft nel suo MOBA free-to-play, Heroes of the Storm.

Echoes of Alterac è una celebrazione di tutto ciò che riguarda Warcraft, e mentre quella celebrazione è avvolta attorno alla struttura di MOBA Heroes, qualsiasi fan Blizzard che affermi di tornare alle radici RTS della serie dovrebbe provarlo.

Più avanti, l’evento introduce Alterac Pass, la prima mappa HotS disegnata da World of Warcraft. Permette ai giocatori di prendere il controllo di Yrel, un eroe relativamente nuovo della leggenda di Warcraft o, in alternativa, di conquistare campioni esistenti in nuove skin a tema Warcraft. I giocatori cercano persino di nominare le due fazioni dominanti dell’universo di Warcraft, l’Orda e l’Alleanza.

Vale a dire, se volevi Warcraft 4, beh … non è così. Ma forse cancellerebbe quel prurito, almeno un po ‘.

MMO, RTS e MOBA entrano in un bar …

Se hai già giocato a Heroes of the Storm, sai che una delle sue caratteristiche più importanti sono le varie mappe, note come “campi di battaglia”. Invece di una singola mappa a tre corsie con un posizionamento statico di elementi della League of Legends o Dota 2, Heroes ha più laghi su cui combattere, ognuno con il proprio scopo unico da raggiungere.

Ad Alterac Pass, l’obiettivo è liberare i soldati della tua fazione dai campi di prigionia e scacciare il leader nemico. Se riesci ad entrare nel territorio nemico e liberare i tuoi amici, evocherai tre unità di cavalleria, una per ogni corsia sulla mappa. Queste unità da sole non sono molto potenti, ma aumenteranno la velocità di movimento e il danno delle unità intorno a loro.

Anche l’obiettivo finale è unico. Invece di distruggere Heart (ovvero la tua base), combatti Alterac Pass contro un generale NPC incredibilmente potente: un orco di nome Drek’Thar combatte per l’Orda e il nano Vanndar Stormpike difende l’Alleanza. A differenza di un cuore stazionario, questi generali si muovono sul campo, eliminando i servitori e attaccando i giocatori di persona. Se una squadra non può completarli, Drek’Thar e Stormpike rigenereranno la salute mentre sono fuori combattimento.

Grazie a Dio, hanno un punto debole: ogni Hold Pass su Alterac passa un passaggio all’armatura generale di quella squadra. Basta correre lungo una corsia e le altre due ti daranno difese bonus al tuo obiettivo: in breve, sarà importante dividere le tue forze e pensare tatticamente. Sebbene gli elementi di costruzione della base di RTS siano assenti da Heroes of the Storm, Alterac Pass è comunque importante per schierare le tue unità e smantellare strategicamente le difese nemiche. Nel frattempo, i generali e l’aspetto della mappa sono tratti da Alterac Valley, una mappa PvP 40v40 in World of Warcraft.

Dagli Yrel

Le immagini non sono l’unica influenza di World of Warcraft su Alterac Pass e sull’evento Echoes of Alterac. Il più grande contributore al gioco è stato Yrel, Paladin Draenei che ha incontrato per la prima volta i giocatori di WoW durante l’espansione Warlords of Draenor dal 2014. Blizzard ha detto di aver scelto Yrel come prossimo eroe HotS in parte perché non c’era ancora che rappresentasse Draenei.

E se ti guardi intorno confuso perché non sai cosa siano i Draenei, sono fondamentalmente umani dalla pelle blu con corna, zampe digitigradi, artigli dei tuoi piedi, code appuntite e tende facciali. Oh, e vengono dallo spazio. Tra le razze dell’universo Warcraft, i Draenei sono sicuramente tra le più singolari. (La razza di Yrel è tecnicamente chiamata “Eredar” e “Draenei” si riferisce solo a un gruppo specifico, e oh hey, come faccio in questo buco inferiore di WoW minuzie?)

Un altro motivo per cui è stata scelta Yrel è che, poiché è una paladina di un altro mondo, combatte in modi diversi dal resto del roster di Heroes. Ciò ha dato al team l’opportunità di provare nuovi stili di gioco e meccaniche di gioco, creando alla fine una meccanica di ricarica unica.

Poiché la maggior parte dei personaggi in Heroes of the Storm mette in atto le proprie abilità speciali immediatamente o dopo un breve periodo di tempo, ad esempio come se stessero lanciando incantesimi, Yrel agisce due volte le sue abilità: una volta per avviare una carica e un’altra per rilasciarla. Quindi, ad esempio, se premi W, Yrel preparerà il suo martello per uno swing e un indicatore inizierà a riempirsi. Se Yrel W preme di nuovo prima che la barra si spenga, normalmente girerà le braccia e farà un po ‘più di danno inverso. Ma se lo lascia raggiungere al massimo, farà più danni, respingerà ulteriormente i nemici e li girerà per un breve periodo.

Blizzard lo definisce uno “stile di gioco sinuoso” e spera che sarà divertente e unico per i giocatori con cui giocare. Ma se ti senti più a tuo agio con i personaggi esistenti, potrai guadagnare skin che trasformano l’angelo di Diablo Auriel in uno Spirit Healer (quei fantasmi che vedi in ogni cimitero di Wow), o il Junkrat di Overwatch in un Goblin Sapper (ispirato dall’unità con lo stesso nome di Warcraft 2 e 3), tra le altre cose.

Blizzard vuole che Echoes of Alterac sia qualcosa di cui tutti possono godere, ma non si può negarlo: i dettagli sono puro fan service di Warcraft. Immergiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *