Vuoi dare di matto al suono del canto? Gioca a Blood!

Marta
Marta

Se chiedi ai tuoi compagni di gioco se conoscono il motore Build, possono accadere due cose. Uno, ti guarderanno con l’espressione tormentata di un lemure ipnotizzato. O due, ti fisseranno con l’espressione tormentata di un lemure ipnotizzato. Alcuni potrebbero menzionare Duke Nukem 3D, a cui piaceva il motore; forse Redneck Rampage se hanno una buona conoscenza degli sparatutto degli anni ’90 sul computer. Ma quello di cui non sento parlare spesso è Blood. E questo non è un vantaggio, perché questo sparatutto in prima persona ha sparatorie che fanno più di Duke, spaventa che fa sembrare Doom II classificato G, e c’è una strana svolta con il Quake originale. Può anche essere affermato chiaramente, a condizione che tu sia strano come me

Potresti riconoscere l’arte della scatola del sangue: un’impronta di una mano cremisi strappata su uno sfondo nero. È un simbolo appropriato di ciò che ti aspetta. Mentre il sangue viene riempito fino ai gel con violenza che fa scoppiare le budella, crea un’atmosfera meravigliosamente stimolante che è allo stesso tempo atroce ed esilarante. Sei Caleb, un uomo armato del Vecchio West che sembra essere morto. Il primo episodio si apre (perché questo è quando i tiratori lo hanno fatto) con Caleb che si alza dalla sua tomba, pronto a vendicarsi della Cabala: i cultisti e il loro oscuro signore Tchernobog, che Caleb ha accolto prima di ordinare la sua morte.

La prima linea è un classico di Army of Darkness: “I live … again” (la mia seconda citazione preferita sulla resurrezione dopo “I’m Alive” di Warcraft II Death Knight). Da quel momento in poi, è una parata per ricordare gli zombi, pompare cultisti pieni di piombo e immagazzinare proiettili di dinamite in edifici densamente popolati. Lo strano stile visivo è memorabile, mescolando pixel art a mano libera con mostri che sembrano pupazzi digitali. Blood è stato il primo gioco a cui ho giocato che coinvolgeva enigmi di fisica fisica; Alcune aree segrete richiedono di martellare il cranio deformato dei cattivi in ​​contenitori come un serial killer che ama il calcio.

Ma in mezzo a questa tristezza virtuale e autoironica c’è un po ‘di umorismo oscuro che colpisce un ginocchio. Caleb assume così tante quote e riferimenti alla cultura pop con Duke Nukem – uno, invece di adottare l’approccio egoistico della “scimmia roid”, è la battuta di Caleb con il tipo di influsso vizioso che solo un amante può avere per tutti gli esseri viventi un’adunata. “Quando vieni all’Inferno, di ‘loro che ti ho mandato. Avrai uno sconto di gruppo.” “Sono qui per donare un po ‘di sangue. Qualcun altro lo è.” Questo genere di cose.

Non è l’unico personaggio di citazione, però – i culti marroni della Cabala ti fanno passare molto del tuo tempo rilassandoti abbastanza da dire loro stessi, in un linguaggio finto stridulo e dall’acustica strana. Una cosa è sentire un accolito Gun-tommy Brandmy da dietro l’angolo, borbottare tra sé e sé completamente ignorante in pochi secondi, sparerai alla sua faccia a un raggio di punta con un fucile a canne mozze. È un altro modo per mettere un piede in una stanza, con solo una dozzina di cultisti che ti urlano in faccia mentre trasformano il tuo corpo raffinato in formaggio svizzero. Ricordi quanto è stato emozionante sentire Los Iluminados di Resident Evil 4 cantare ferocemente mentre si avvicinavano lentamente a te? Questa è come la versione più bizzarra di quella, quasi un decennio prima.

Dopo un po ‘, però, ciò che una volta era eccitante diventa divertente. Quando senti un cultista urlare “Marana Infirmux!” della quindicesima volta, le loro implacabili grida di guerra sembrano improvvisamente uno schema arrugginito. Per rendere le cose più divertenti, i sonagli mortali dei membri della Cabala sono strilli acuti con un suono alla Homer Simpson. In poco tempo, potresti trovarti a prenderti in giro per il loro strano rumore senza rendertene conto.

Le citazioni di sangue in qualche modo hanno funzionato nel mio repertorio durante il college. La mia battuta preferita, tuttavia, non è dei cultisti: è stato uno sciocco fraintendimento del momento più emozionante del gioco. Durante aprire il primo combattimento con il boss, Caleb contraddice una scena orribile: il suo compagno cultista e amante, sdraiato morto su una lastra di pietra. “Ofelia … NOOOOOOOOOOO!” Caleb scrive in difficoltà, prima di sfidare il suo assassino dall’aspetto gargoyle a mostrarsi. Ma per qualche ragione, tutto quello che ho sentito durante i miei numerosi sforzi è “Muffiyaya? NOOOOOOOOOOO!” Questa frase assurda, che era completamente non sequenziale, mi infastidiva all’infinito e l’avrei terminata durante la morte in altri giochi. In poco tempo, i miei compagni di stanza hanno detto, nonostante non avessero mai interpretato Blood in vita loro.

Non ho nemmeno parlato dell’aspetto preferito di Blood: l’arsenale fantasioso e diabolico, che include forconi, accendini per aerosol, detonatori a distanza e, soprattutto, bambole voodoo. Ma ti suggerisco di provare il loro terribile potere di uccidere per te stesso, alla luce di come sei secchi moderati fai tutto ciò che ti impedisce di leggere questo mentre giochi a Blood. Chissà, mentre ti fai strada attraverso questo FPS imbattuto, potresti costruire un nuovo tormentone.

Vuoi i migliori giochi per NES che siano mai esistiti? Gioca a Retro Game Challenge!

Cerchi cose da suonare al di fuori di quelle che ti diciamo di suonare quotidianamente? Sei fortunato! Ogni sabato ti suggeriremo un gioco più vecchio da controllare, completo di una storia su come abbiamo ottenuto il gioco e perché ti consigliamo di giocarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *