Todd Howard non vuole che altri giochi arrivino su PS5 / Xbox Series X.

Marta
Marta
Illustrazione dell'immagine di Todd Howard di Bethesda prima dello Starfield.

(Credito immagine: futuro)

Todd Howard di Bethesda ha fatto alcuni commenti su ciò che vuole vedere dalla nuova generazione di console in termini di costruzione del mondo.

“Voglio vedere più reattività [in game worlds], sistemi più conflittuali per i quali i giocatori possono esprimersi “, ha detto Howard Il guardiano in una recente intervista. “Non penso che sia sempre l’obiettivo migliore seguire la scala per il bene della scala”.

Questa è una prospettiva interessante da Howard, con due titoli open world sviluppati da Bethesda Game Studios. The Elder Scrolls 6 e Starfield sono giochi open world autoproclamati, entrambi pronti per il rilascio a un certo punto probabilmente sull’attuale generazione di console. Se prendiamo il commento di Howard sul valore nominale, forse non dovremmo aspettarci che una mappa davvero gigantesca appaia in nessuno dei due giochi.

Altrove nell’intervista con The Guardian, Howard parla di cos’altro vuole dalla nuovissima generazione di console. “Per me, è più questione di accesso che di cicli dell’orologio. Proprio il tempo necessario per girare [a console] Alcuni di questi giochi sono un ostacolo al caricamento e allo scaricamento: è ora che non ti piaccia stare in quel mondo “, afferma lo sviluppatore veterano. I tipi di giochi che facciamo sono quelli a cui le persone a volte si siedono e giocano allo stesso tempo. Se puoi accedere a un gioco più facilmente e indipendentemente dal dispositivo su cui ti trovi o da dove ti trovi, è quello che penso che i prossimi cinque o dieci anni saranno di gioco. “

È un momento emozionante per i giochi legati a Bethesda. Dopo che Microsoft lo ha acquistato in un’importante acquisizione all’inizio di quest’anno, c’è un po ‘di incertezza sui titoli Bethesda, come Starfield, in arrivo nella famiglia di console PlayStation. Tuttavia, il boss di Xbox Phil Spencer ha detto ai consumatori che Bethesda funzionerà “semi-indipendente” da Microsoft dopo l’acquisizione del prossimo anno.

In una notizia che avrà sicuramente un impatto su The Elder Scrolls 6 e Starfield, Bethesda sta rivedendo il suo motore di gioco per l’ultimo titolo. Inoltre, Starfield ha un sistema di animazione completamente nuovo per i suoi personaggi e puoi aspettarti che il motore di aggiornamento e il sistema di animazione di Starfield abbiano un impatto su The Elder Scrolls 6, che dovrebbe essere lanciato a un certo punto dopo il gioco di ruolo spaziale.

Per un elenco completo dei giochi in arrivo, con e senza date di rilascio, vai alla nostra nuova guida ai giochi 2020 per ulteriori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *