Sono solo io o i film dell’orrore cercano troppo di essere divertenti?

Marta
Marta

(Credito immagine: Blumhouse)

Negli ultimi anni Hollywood ha servito la sua giusta quota di remix horror, riportando i cattivi classici a un nuovo pubblico. Ma ora sembra esserci una tendenza ad aggiornare queste storie in modo che trascendano anche nel genere della commedia.

2018 Shane Black ha molto da aggiungere al franchise di Predator
battute bloccate e caricate in ogni scena, mentre seguiamo un gruppo di militari che soffrono di disturbo da stress post-traumatico che si uniscono per rimuovere la minaccia del titolo (e ammettiamolo, la maggior parte delle battute non sono arrivate quando sono arrivate). Con Black alla regia e ai compiti di scrittura, non c’era dubbio che il suo pezzo di marchio sarebbe stato inserito nella sceneggiatura, ma The Predator sembrava essere stato rimosso così lontano dall’originale del 1987, in termini di tono, paure reali e commedia attentamente distribuita, che è difficile presumere che esistano nella stessa serie.

Allo stesso modo, il riavvio di Halloween ha aggiunto l’orrore in un finale da solletico alle costole per gentile concessione degli scrittori David Gordon Green e Danny McBride. Il film è un sequel ereditato dell’originale e vede Jamie Lee Curtis tornare nei panni di Laurie Strode, ma nonostante ciò Green e McBride si impegnano a non dividere nessuna battuta fino a dopo la prima uccisione, non appena vengono introdotti, la tensione si spegne correttamente . su.

(Credito immagine: Vertigo)

Poi c’è Child’s Play di Lars Klevberg, che è sempre stato allegro (vale a dire, abbiamo a che fare con bambole mortali), ma mentre le risate del film originale erano più involontarie, i pugni del remake del 2019 – scritto da Tyler Burton Smith – erano d ‘deliberatamente. Quando è stata presa la decisione di rivendicare il retroscena soprannaturale di Chucky e dare alle truppe di Andy truppe per andare in avventure come Goonies, il che ha reso il film più innocente, non più tranquillo, rispetto alla versione del 1988.

Non fraintendermi: l’umorismo è usato nell’orrore per alleviare la tensione dopo che la tua nodosa uccisione fa un ottimo lavoro. Ma sembra che ci sia un recente remake per rimuovere troppo del metamick dai film originali su cui sono basati, o dal genere, al fine di avvicinarsi a un pubblico più ampio. Quando esco da un film dell’orrore, mi sento come se saltassi fuori dal mio posto per molta più paura che tremare per l’inclinazione, e questa tendenza dei compagni horror mi impedisce di avere paura nel giusto … o sono solo io?

Ogni mese la nostra pubblicazione sorella Rivista completa di film occupa una visione polarizzata del film e ti consente di essere d’accordo o in disaccordo. Fateci sapere cosa ne pensate di questo nei commenti qui sotto e continuate a leggere per ulteriori informazioni.

  • Sono solo io, o James Cameron dovrebbe licenziare la tecnologia?
  • Sono solo io, o Bond è semplicemente orribile al Casino Royale?
  • Sono solo io o dovrebbero esserci più programmi TV incentrati sui film?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *