She-Hulk a Martian Manhunter? Il commercio Marvel / DC è quasi avvenuto

Marta
Marta

(Credito immagine: Marvel Comics / DC)

Oggi, Marvel Comics e DC sono regni murati, controllati in ultima analisi dai giganti aziendali della Walt Disney Company e AT&T. C’era sempre competizione tra Marvel e DC, e talvolta anche collaborazione: guarda indietro a Superman vs The Amazing Spider-Man del 1976 per gli esempi più giurassici e le sequenze di rilascio che seguirono.

La collaborazione tra Marvel e DC si è conclusa nel 1996, quando il mercato delle commedie si stava deteriorando e i rivenditori volevano solo qualcosa. Ecco che è arrivata la DC Versus Marvel Comics, una transizione a tutti gli effetti che ha unito due universi, seguita dai libri di Amalgam e DC Marvel All Access.

E da lì è quasi arrivata la cosa incredibile: un compromesso tra i personaggi Marvel e DC.

Le forze editoriali dietro DC Versus Marvel Comics erano Mike Carlin dalla parte della DC e il compianto Mark Gruenwald della Marvel. Erano la coppia perfetta, entrambi burloni Merry, e Carlin si era persino fatto le ossa alla Marvel come assistente di Gruenwald prima di passare alla DC. Quando metti insieme la coppia, non solo la loro energia creativa è aumentata, ma si è moltiplicata. E la loro collaborazione è quasi finita in quello che sembrava un territorio pazzo.

“Penso che Carlin e Grunewald avessero qualche piano”, dice Paul Levitz, allora editore DC. “Ricordo un’idea in discussione, che avremmo scambiato alcuni personaggi. Non so se è durato più di un incontro con me o qualcuno che vomitava al tavolo e diceva: ‘Oh, Dio, questo è molto di più lavoro che potrebbe essere utile. “” Ricordo le conversazioni su questo argomento. Penso che l’idea siano personaggi che non vogliamo perdere, ma che possono essere più preziosi attraverso l’interesse di una nuova generazione in un altro universo. “

(Credito immagine: Marvel Comics / DC)

Abbastanza sicuro, i personaggi proposti erano alcuni legittimi personaggi C-lister: She-Hulk e Martian Manhunter. Oltre al tema verde, aveva un certo senso che questi personaggi potessero essere scambiati in un modo molto avvincente.

“Mi sono sentito come se fossero ottime scelte, perché almeno in termini di power set, sono personaggi ridondanti”, dice Ron Marz, uno degli scrittori DC Versus della Marvel. “She-Hulk è una donna Hulk. Beh, Martian Manhunter è molto vicino a Superman, solo verde con una grande fronte. Entrambi avrebbero un aspetto più originale nell’universo opposto.”

All’epoca sembrava anche un’estensione naturale dello slancio e di ciò che i fan volevano vedere.

“All’epoca c’erano molte polemiche tra i fan. Il pubblico era convinto che sarebbe successo”, afferma Tom Brevoort, redattore di lunga data della Marvel. “C’era un’eccellente comunità Internet a quei tempi e così tanti fan erano convinti che sarebbe successo”.

L’idea è stata avviata, ma a malapena.

“Mentre ci mettevamo a costruire la storia, abbiamo avuto più conversazioni su questo aspetto: dobbiamo metterlo in qualche modo nell’ultimo numero?” Marz ricorda. “Alla fine, abbiamo scoperto che non sarebbe successo, perché le persone giuridiche di entrambe le società avevano troppi incubi”.

(Credito immagine: Marvel Comics / DC)

Oggi, il commercio è quasi il Bigfoot dei fumetti, filmati sgranati che nessuno è sicuro sia vero. Brevoort e Marz sono ancora regolarmente interrogati.

“Il concetto di ‘forse lasceremo un personaggio nell’altro universo alla fine di questo’ sembrava molto divertente se riuscissimo a realizzarlo”, dice Marz. “Non so cosa si potrebbe fare. She-Hulk entrerebbe nella Justice League e Martian Manhunter negli Avengers? Gli X-Men? Non credo che nessuno dei due personaggi avesse il suo titolo in quel momento. Ma per un breve momento, abbiamo pensato: “Questo può essere molto interessante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *