S2 Games vuole porre fine allo scontro MOBA con Strife

Marta
Marta

Ecco un esperimento divertente: gioca ad alcune partite di League of Legends o Dota 2. Quindi nota quanti dei tuoi compagni di squadra ti dicono di disinstallare il gioco o ucciderti (possono o non possono introdurre la semplice richiesta questo con “per favore”) . Dopo una giornata di gioco (metaforico, povero, meraviglioso, ecc.), Probabilmente sarai in grado di riempire un diario macchiato di lacrime con minacce, insulti e calunnie di una famiglia molto priva di fantasia.

Sebbene molto popolari, i MOBA non sono le comunità più invitanti. Si dà il caso che giocare con una squadra di sconosciuti in un ambiente altamente competitivo (insieme al nome di Internet) sarà un insulto feroce, spesso senza conseguenze. Ma gli sviluppatori di S2 Games, creatori di Heroes of Newerth, hanno annunciato il loro prossimo MOBA, Strife, con l’obiettivo di mitigare tale tossicità il più possibile. Il più grande ostacolo? Determinare come evitare che le squadre si distruggano.

“Sei in una squadra di cinque, in generale, e stai giocando contro un’altra squadra di cinque, quindi potresti pensare che gran parte del conflitto si verificherebbe tra queste squadre”, afferma Pu Liu, direttore della monetizzazione di S2 . “Ma quello che succede davvero è che molta dell’enfasi, molti combattimenti, molti dei nomi che chiamano provengono da persone all’interno di una squadra molto buona. Piuttosto che cercare di aggiustare la razza umana, stiamo cercando di fare davvero decisioni di progettazione intelligenti per affrontare questi problemi con eleganza, quindi ci sono meno ragioni per essere provocatori, ci sono meno ragioni per incolpare i tuoi compagni di squadra “.

Con HoN sotto le cinture, S2 ha iniziato a cercare soluzioni chiare per ridurre le molestie. Per i principianti, tutte le conversazioni, ovvero la capacità di comunicare con la squadra avversaria durante una partita, sono completamente disabilitate (ehi, si verificano fiamme trasversali). E a differenza di HoN, dove entri automaticamente in un canale di chat vocale con i tuoi compagni di squadra, Strife non avrà tale opzione a meno che tu non crei una festa con persone nella tua lista di amici. Tuttavia, solo perché qualcuno non può darti un nome dispregiativo su un microfono non significa che non possa farlo in una conversazione. È stato allora che gli sviluppatori hanno iniziato a cercare modi per rimuovere le informazioni non necessarie che vengono spesso utilizzate come munizioni a fiamma dall’interfaccia utente di Strife.

“Quindi, con l’interfaccia utente, abbiamo appreso in HoN che le informazioni sono buone, ma troppe informazioni possono essere una cosa molto negativa”, afferma Liu. “Prima ancora che il gioco inizi, puoi dire, ‘oh, il tuo rapporto tra uccisioni e morti è davvero orribile – come mai hai raggiunto solo il 33% delle tue partite? Perché giochi a quell’eroe?’ Quindi ci sono informazioni che abbiamo identificato come eccessive per le conoscenze di base necessarie per avere un’esperienza di gioco estremamente piacevole “.

“Abbiamo ottenuto le morti”, dice Liu, “perché non fa molto sapere esattamente quante volte è morto il tuo compagno di squadra. Avrai un’idea, in generale, di chi si sta comportando molto bene e non si esibisce pure, sappi e basta [a teammate] dopo essere morto 14 volte in questo gioco non è un’informazione direttamente rilevante. “

Poi c’è una caratteristica specifica di HoN che sta peggiorando: la possibilità di vedere i cooldown di tutti i giocatori della tua squadra. Mark DeForest, CEO di S2 Games, afferma che questa informazione ha portato a tonnellate di comportamenti tossici. Quando i giocatori muoiono, spesso cercano un capro espiatorio – e se ti trovi nelle vicinanze quando sono morti e c’era un potenziale disponibile che potrebbe essere considerato un salvavita, immagino di cosa si tratta: la colpa è tua.

È probabile che tutte queste modifiche a livello superficiale vadano a mitigare l’ostilità, ma per quanto riguarda i conflitti che derivano dalle meccaniche MOBA standard? Nella maggior parte dei MOBA, solo il giocatore che sferra un colpo mortale su un creep (NPC controllato dall’IA) ottiene l’oro, anche se un altro giocatore ha aiutato con l’uccisione. Mentre questo crea tensioni estreme tra le squadre avversarie, che cercano di dissuadersi a vicenda dal coltivare uccisioni e guadagnare oro, crea anche attrito tra i giocatori di una squadra che condivide una corsia.

Per combattere questo, S2 ha guadagnato l’oro come risorsa condivisa in Strife. Ogni creep vale 70 oro. Se sei in una sola corsia e premi l’ultimo battito, ottieni 35; l’altra metà viene poi divisa equamente tra i tuoi compagni di squadra. Se ti trovi in ​​una corsia a due, tu e il tuo partner ottenete 35 monete d’oro, il che consente ai giocatori che preferiscono utilizzare personaggi secondari di svolgere un ruolo più attivo nella fase di atterraggio.

Chiunque abbia giocato ad alcuni giochi MOBA sa che i combattimenti all’interno della squadra spesso scoppiano prima ancora che una partita inizi. Ogni giocatore sviluppa la sua posizione o personaggio preferito nel tempo, e fa schifo quando sei costretto ad assumere un ruolo per necessità di squadra (oa causa di quegli stronzi testardi che bloccano automaticamente quest’ultimo). S2 ha anche una soluzione a questo. In Strife, selezioni il tuo personaggio prima ancora di metterti in coda per una partita.

In questo modo, si spera che il sistema di affiliazione abbia una squadra (si spera) basata su personaggi e ruoli preselezionati, eliminando qualsiasi confusione o ostilità che di solito genera controversia su chi gioca. Questo sistema ha anche l’ulteriore vantaggio di classificare le tue prestazioni sulla base di ogni personaggio. Se sei un giocatore di alto livello che cerca di provare un nuovo eroe, non devi preoccuparti di imparare le basi in un ambiente altamente competitivo.

Tuttavia, nonostante le loro buone intenzioni, S2 capisce che alcune persone saranno ancora nelle immediate vicinanze solo per amore dell’inferno. Ecco da dove viene la loro arma definitiva contro la tossicità: il sistema Karma Strife. Alla fine di ogni partita, hai la possibilità di assegnare ai giocatori un voto positivo o negativo, in base alla tua esperienza. Se qualcuno della tua squadra stava provando l’intero gioco o stava solo scherzando, puoi dargli un karma negativo. Una volta che ottengono un numero sufficiente di “voti negativi”, influisce direttamente sul numero di premi di gioco che guadagnano e potrebbe tagliarli del tutto. Questo sistema interesserà solo i migranti, quindi evita che i troll ti annientino.

Tutte queste idee sono interessanti sulla carta, ma è difficile dire come funzioneranno effettivamente. Alcuni hanno un suono, come il modo in cui l’oro viene condiviso, o come sei bloccato in un certo eroe prima di avere la possibilità di vedere la composizione della tua squadra, poiché potrebbero finire per legare le mani dei giocatori a una strategia più alta. Ma S2 è fiducioso che questi sistemi anti-ostilità limiteranno almeno un po ‘la fiamma che i giocatori hanno ampiamente preso come parte del genere. Ovviamente, stiamo parlando di giocare a giochi competitivi a squadre con estranei casuali su Internet, qui. Solo quanto può fare S2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *