Perché il CoreGrafx Mini PC Engine è un must per i retro gamer

Marta
Marta

(Credito immagine: Konami)

Vuoi alleviare i fatidici giorni del PC Engine? Bene, nel prossimo numero di esso Retro Gamer, il team sta mettendo alla prova le sue velocità CoreGrafx Mini PC Engine e ti offre il downgrade di una macchina retrò Konami e il valore di investire in essa.

Se non hai familiarità con CoreGrafx Mini PC Engine, è una versione diddy della console a 16 bit preferita del culto, aggiornata con 50 giochi precaricati per sfuggire al passato. C’è molta varietà in quei titoli, inclusi classici freddi come Castlevania e Bomberman, così come titoli rari come Ginga Fukei Densetsu Sapphire. Inoltre, ci sono giochi arcade preferiti in R-Type, Splatterhouse, Gradius e Ghouls ‘N Ghosts.

La buona notizia per i fan di questa era di gioco è che vale la pena considerare di investire sulla mini-console, sia che tu stia cercando un’introduzione nel catalogo della console o rivisitando il sistema. Il revisore di Retro Gamer Nick Thorpe spiega “Il CoreGrafx Mini PC Engine è una panoramica meravigliosamente curata di una console leggendaria, con un ricco rivestimento software che copre giochi importanti, giochi rari e soprattutto grandi giochi.”

Per leggere la recensione completa di Retro Gamer, assicurati di ritirare la 207 Edition in vendita da Giovedì 14 maggio, o per assicurarti di non perdere un problema, puoi iscriverti a Retro Gamer su Le mie riviste preferite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *