Perché i fan di Rockstar Bully stanno ancora chiedendo un sequel

Marta
Marta

(Credito immagine: Rockstar)

C’è una ragione per cui Internet fa esplodere tutto ciò che è anche una sequenza di prepotenti. Perché l’uovo di Pasqua di GTA Online era dopo che tutti avevamo contattato i nostri astucci. Bully non era come un gioco Rockstar prima o dopo, e anche 13 anni dopo abbiamo perso il suo mucchio di comicità.

Bully era una chimera open world Rockstar del 2006 in cui hai preso il controllo di un Jimmy Hopkins intrecciato. Il gioco si apre con Hopkins che cade dai cancelli in acciaio battuto della Bullworth Academy, e mira a navigare tra diverse fazioni di preparatori, smanettoni, nerd, ingrassatori e racconti di chiacchiere, per arrivare a quelli per emergere come il re del città universitaria. Fondamentalmente era Grand Theft Auto con il permesso dello studente.

Questo era un bel parco nel 2006. Rockstar stava uscendo dal famigerato episodio Hot Coffee, in cui gli hacker hanno hackerato Grand Theft Auto: codice San Andreas e hanno trovato un minigioco sessuale glitch, deliberatamente sepolto. È stato uno di quei panico morale arrugginito dell’epoca che ha portato alla conferenza dell’ESRB e alle udienze di riclassificazione. Rockstar stava tornando con un gioco intitolato Bully like gettare benzina sul fuoco. Il Brasile ha bandito del tutto la partita. Jack Thompson lo chiamava “Columbine Simulator”. Sentiva che la società stava spingendo l’industria dei giochi in prima linea in una guerra culturale rivoluzionaria. Probabilmente sarebbe un disastro, se non fosse anche per un bullo.

La verità è che un bullo aveva poco a che fare con il bullismo. Sì, Hopkins era responsabile di alcuni scherzi leggeri e da cartone animato. (Potresti litigare o portare i wedgies, c’è una missione di raid di mutandine, proprio come ti aspetteresti.) Ma a proposito, il gioco vede Hopkins come qualcuno al di fuori della nobiltà di sangue blu. Come la maggior parte del catalogo di Rockstar, Bully ha molta paura di una certa razza di ricchi barattoli soddisfatti di sé. Hopkins è dipinto come un estraneo; il suo sforzo principale è destabilizzare i sistemi di potere in atto come Bullworth, e lo fa stringendo alleanze con i malfunzionamenti che hanno trascorso gli anni del liceo sotto il controllo dell’élite scolastica.

È stata una storia emozionante ed empirica. Sì, Bully si è scambiato le corde delle missioni classiche del liceo – un sacco di Mean Girls, The Breakfast Club e Dazed and Confused sono nel suo DNA – ma è stato uno dei primi momenti in cui è emerso che Rockstar non era interessata al puro pastiche ha messo fuori di più. Tornando indietro, Vice City sembra il più bidimensionale possibile per ottenere un lancio di Scarface. Al contrario, Bully aveva un vero pathos. Due anni dopo la sua uscita, Rockstar si è riunita a causa delle cupe difficoltà invernali di Grand Theft Auto 4. È difficile immaginare che la squadra possa mai tornare alle proprie radici più anarchiche.

(Credito immagine: Rockstar Games)

Onestamente, ci sono così tante cose su cui vuoi che Rockstar si basi, 13 anni dopo. Bully aveva un fantastico sistema di combattimento alla Macgyver; Gli adolescenti non sono armati di pistole nel campus, quindi combattono con fionde e petardi. Il punteggio è uno dei più alti in assoluto; Shawn Lee ha disegnato la città inglese di New Bull Bull con ansia ansiosa e campanelli eolici nervosi – accademico e inquietante su un piano di parità. Sfortunatamente, è improbabile che vedremo Bully 2 presto. L’ultimo gioco pubblicato da Rockstar è stato orgoglioso delle sue enormi dimensioni, peso e consolidamento delle risorse umane. Red Dead Redemption 2 aveva cinque territori di gioco americani, un’animazione codificata per ogni ambiente in cui Arthur Morgan poteva trovarsi e una rete compatta di sistemi e meccaniche per l’intero Old West Arsenal. Ridimensionare questa visione fino all’asilo non sembra essere una delle priorità artistiche dell’azienda.

Ma Rockstar, se hai sentito: dacci un altro gioco di Bully. Sappiamo che probabilmente passeranno altri quattro anni fino a GTA 6 e altri 10 fino a un altro Red Dead. Nel frattempo, torna al pozzo e fai rivivere la Bullworth Academy. Ci sono così tante buone idee in questo universo. Voglio dire, e se accadesse nel campo estivo! Immagina una versione rockstar di Wet Hot American Summer. Chi non lo suonerebbe? Sono felice di accettare l’avatar di Jimmy Hopkins in Red Dead Online. A questo punto prenderemo tutto ciò che possiamo.

Scopri di più sull’ultima epopea di Rockstar, Red Dead Redemption 2, in questa intervista esclusiva con la band femminile di Van Der Linde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *