L’ex capo di Blizzard spiega perché lo studio cancella metà dei suoi giochi (no, davvero)

Marta
Marta

(Credito immagine: Blizzard)

Ecco un elenco completo dei nuovissimi giochi che Blizzard Entertainment ha pubblicato dal 2015: Heroes of the Storm e Overwatch. Probabilmente non sapremo mai quanti giochi verranno cancellati nello stesso periodo, ma secondo i calcoli dell’ex capo di Blizzard Mike Morhaime, l’elenco sarà probabilmente lungo almeno. Il più anziano statista di tutto ciò che riguarda Warcraft e oltre ha parlato della sua esperienza a capo dello studio alla conferenza Gamelab a Barcellona, ​​incluso il suo famoso impegno per il controllo della qualità.

L’IS storia in corso per ogni gioco che Blizzard vede fino al termine, annulla un’altra cancellazione – un tasso di rilascio di circa il 50 percento per i giochi che potrebbero avere interrotti anni di lavoro: “Sono tornato indietro ogni pochi anni e ho controllato la matematica su questo, ed è abbastanza coerente “, ha detto Morhaime, come ha riferito Eurogamer. “È come la metà dei titoli su cui non abbiamo mai lavorato”.

Gli sparatutto in prima persona di StarCraft, Project Titan, StarCraft: Ghost, Nomad, Warcraft Adventures: Lord of the Clans. Questi sono solo alcuni dei grandi giochi che Blizzard ha cancellato per oltre due decenni e molti altri non sono mai stati annunciati.

(Credito immagine: Blizzard)

“È stato detto che” la perfezione è un grande nemico “, perché se ti sforzi di raggiungere la perfezione non salperai mai”, ha ammesso Morhaime. “Ma penso che ci sia così tanta concorrenza”.

Ha sottolineato il punto con l’esempio del Diablo originale: originariamente era stato pianificato il lancio in tempo per il Ringraziamento 1996, il periodo di vendita più grande dell’anno per i giochi, ma invece lo studio ha deciso di ritardarlo. Riesci a pensare a qualche grande gioco uscito a Capodanno? Diablo lo ha fatto, e poi è diventato il gioco più venduto nel 1997.

“La lezione che ne abbiamo tratto è che è molto più importante che il gioco sia fantastico – non è così importante che tu raggiunga la data”, ha detto Morhaime.

Leggi come World of Warcraft Classic sta affrontando la nostalgia con fatti storici e non perdere il nostro ultimo video sul rilascio di Radar per i più grandi eventi di gioco e di intrattenimento di questa settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *