L’E3 2018 è stato ogni logo da rivelare e promettere perché PlayStation e Xbox sono già concentrati sulla prossima generazione

Marta
Marta
LOGO E3 2018

Cosa ne pensi dell’E3? Buono? Va bene? Hai notato qualcosa di insolito? Mentre venivano annunciati alcuni fantastici giochi – alcune nuove cose e fantastici titoli che sembravano buoni – mancava qualcosa. Soprattutto, santa merda, santa merda, non posso credere che questo accada. L’IS E3 Games 2018 abbiamo visto che c’erano cose buone e solide ma che negli ultimi anni mancavano le esplosioni. E questo perché la prossima generazione sta arrivando e tutti stanno trattenendo i pezzi grossi.

Sappiamo che la prossima generazione sta arrivando, PlayStation e Xbox hanno detto così tanto. In una chiamata di investimento quest’anno, il presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment John Kodera ha affermato che la PS4 sta “entrando nella fase finale del suo ciclo di vita della console”. Parlando alla conferenza Xbox di quest’anno, il capo di Xbox Phil Spencer ha parlato di come Microsoft sia “nel profondo dell’architettura della prossima generazione di console Xbox”.

Ma guardare l’E3 quest’anno è stata la fine per vedere l’inizio: non c’erano pubblicità davvero grandi per qualcosa da raggiungere nei prossimi anni – rivela tutti i fantastici contenuti che possono essere visti attraverso un logo, menzioni occasionali e promesse per un non specificato futuro. Anche Cyberpunk 2077si può dire che sia uno dei più grandi giochi dello spettacolo, che non ha data di uscita e, quando gli viene chiesto in quali formati sarà, Ha detto CD Projekt Red, “PS4, Xbox One e PC. Attualmente. “Allora ho messo l’accento, nel caso in cui non avessi ricevuto il suggerimento. Altrove, i giochi a cui giocheremo furono presto implementati con immagini visive che, un anno fa, avrebbero deluso gli ostaggi, ma avevano appena sollevato un ribellarsi adesso.

Siamo a un punto del ciclo in cui sia gli sviluppatori che il pubblico stanno abbracciando casualmente la tecnologia che l’avrebbe resa un piccolo mostro in passato. The Last of Us 2 fogliame reso, aria leggera e sottile, cupo con un livello di realismo che fa sembrare Uncharted 4 già riccio e stravagante e … a nessuno importava davvero – non se lo aspettavano. Sebbene Fantasma di Tsushima questo è stato rivelato come un mondo di gioco in tempo reale per un educato applauso e dolci mormorii “okay, okay”.

Tutto vanta un ciclo della console che è padroneggiato, in termini di tecnologia degli sviluppatori e aspettative dei consumatori. Quando l’E3 dello scorso anno sembra un po ‘angusto, la maggior parte delle persone ha accettato che fosse perché tutti avevano bisogno di tempo per tornare dallo straordinario spettacolo del 2016, un anno che ha rivelato giochi come Dio della guerra, I giorni sono passati, Filo della morte, Detroit: sii umano, Battaglia 1, Spider-Man PS4, Pronto, PS4 Pro e Xbox One X / Project Scorpio e così via e così via e hai un’idea. Ma è ormai chiaro che dopo quest’anno il settore non si è fermato, il 2016 è stato il massimo e, dal punto di vista progettuale, gli sviluppatori sono già passati.

Non avremmo dovuto vedere alcuni dei giochi annunciati nel 2016 che sono stati pubblicati per ricordare quanto tempo ci vuole per realizzare giochi con un budget elevato. Molti dei 2016 rivelano che non sono ancora usciti (in ritardo o in base alla progettazione) sono per lo più concentrati l’anno prossimo. Per coincidenza, è allora che arriveranno molti dei giochi mostrati all’E3 di quest’anno. È quasi come se tutti vorrebbero avere tutti i loro giochi di generazione attuali nei prossimi anni … senza motivo.

Sony ha scelto di concentrarsi quasi esclusivamente su quattro giochi principali per la sua conferenza PlayStation E3 2018 – The Last of Us 2, Ghost of Tsushima, Death Stranding e Spider-Man PS4 (tutti i giochi annunciati due anni fa) – non per questo è tutto. sì, tutto quello che vogliono è sapere di te adesso. Mentre parliamo, ci sono molti altri giochi che potrebbero portare alla rivelazione del 2018, venendo tranquillamente retrocessi e recensiti per i titoli di lancio per PS5.

Le cose sono andate alla grande quest’anno, come Pergamene per anziani 6 o il nuovo Halo Indefinite, ma anche quelli che suggeriscono che un nuovo futuro di gioco è imminente, con poco più che loghi e promesse. Quando Todd Howard di Bethesda ha presentato The Elder Scrolls 6 lo ha fatto chiamandolo “il gioco dopo” per Starfield, un altro grande gioco che aveva un distintivo e non molto altro. E, mentre Todd descrive Starfield come “in produzione”, gli Elder Scrolls sono “in pre-produzione”. Per riferimento, Bethesda ha iniziato la pre-produzione di Skyrim quando lo sviluppo di Fallout 3 è iniziato nel 2006 e lo ha rilasciato nel 2011, quindi non aspettarti di vedere un nuovo gioco di Elder Scrolls questa parte del 2023 in qualunque momento presto – ea quel punto lo fai onestamente pensi che sarà un gioco per PS4 / Xbox One?

Ciò che rende lo spettacolo dell’E3 2018 di Microsoft: l’intera conferenza è stata una dichiarazione di intenti per il futuro. Halo Infinity è arrivato attraverso una demo high-tech del nuovo motore di Slipspace e Phil Spencer di Xbox ha concluso che la società era “immersa nell’architettura della prossima generazione di console Xbox”. Ma ancora più importante Microsoft ha annunciato l’acquisizione di cinque studi, eventualmente attribuendo alcuni pesi primari alla SM. Tuttavia, anche se uno dei nuovi studi ha già fatto qualcosa, è probabile che mancano 3 anni e Microsoft non vorrà tornare a mettere in scena Xbox One X con nuove esclusioni nel 2021.

E a questo punto mi sono davvero piaciuti i giochi. I grandi spettacoli avevano molti altri suggerimenti. Menziona Xbox dai giochi in streaming a qualsiasi dispositivo, il che promette che il vero servizio di abbonamento di Netflix sarà sempre più vicino (anche EA sta lavorando in questa direzione). Poi ci sono stati tutti i discorsi sui giochi come servizio. Non è la prima volta che se ne parla ma più parlare di connettività online (sempre ottimi esempi online per Forza Horizon 4 e Fallout 76) lascia intendere che il panorama sta cambiando.

Ovviamente l’intero “ciclo di vita della console nella fase finale” è un’ottima notizia per il futuro. Ora la pipeline di sviluppo è fluida e accessibile come non lo sarà mai. Nei prossimi anni i giochi raggiungeranno facilmente punti salienti tecnici che solo i budget e gli studi più grandi hanno le risorse per raggiungere. Forse la prossima generazione si sta preparando in background, ma ecco la parte migliore di quella attuale: stiamo per giocare a cose buone come PS4 e Xbox One potranno mai apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *