Le idee più folli Dying Light 2 potrebbero apparire per la prima volta nel gioco originale come DLC, dice Techland

Marta
Marta

(Credito immagine: Techland)

Dying Light 2015, con sorpresa di nessuno tranne quelli che ci hanno giocato, è diventato silenziosamente uno dei giochi di maggior successo di questa generazione di console, con migliaia di persone che ancora accedono regolarmente al simulatore di uccisione di zombi a mondo aperto per giocare anche oggi.

Questo grazie al sano supporto post-lancio dello sviluppatore Techland per il gioco negli ultimi quattro anni, barili di DLC, aggiornamenti sulla qualità della vita e un’espansione in piena regola sotto forma di campagna The Follow Story 2016 che mantiene l’esperienza fresca. Anche ora, con lo studio in partenza per Dying Light 2, il lead designer Tymon Smektala ha confermato che Techland non ha ancora finito con il suo predecessore.

“Non sono sicuro di come andrà quest’anno [for Dying Light]”, ammette Smektala, in una recente intervista a GamesIndustry.biz. “Abbiamo fatto la campagna” 10 in 12 “lo scorso anno, che era di 10 DLC che abbiamo rilasciato in un periodo di 12 mesi. Quindi non ne sono sicuro quest’anno, poiché è ora di concentrarsi su Dying Light 2. Ma abbiamo avuto un incontro poco prima dell’E3 2019 in cui abbiamo detto che stavamo ancora cercando di aggiungere cose al primo. E ora abbiamo un piccolo team che lavora su cose extra che accadranno in Dying Light “.

Meglio ancora, i commenti di Smektala suggeriscono però che Dying Light è e continua a essere un terreno collaudato per alcune delle idee più folli di Techland per il sequel, consentendo loro di testare determinati sistemi e funzionalità prima di decidere se applicarli nella partita completa. “Se avessimo un’idea di cui non siamo sicuri per Dying Light 2, potremmo recitarla in una certa misura a sostegno del primo gioco e vedere come funziona”. spiega, aggiungendo che questo consente a Techland di “vedere cosa è attraente per le persone e cosa non lo è”.

Non è chiaro se Smektala affermi che il DLC Light Dying abbia già fatto il suo caso nel sequel o se Techland abbia intenzione di testare le idee di contenuti futuri attraverso Dying Light in futuro, ma certamente lo fa. Alcune delle cose più pazze che abbiamo trovato nel gioco originale, inclusa la modalità Nightmare e una dannata ascia a due mani. Speriamo di aspettarci cose più sane per Dying Light 2.

Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata alla nostra anteprima di Dying Light 2 E3 2019 proprio qui, o guarda il nostro video sul rilascio del radar qui sotto per una guida a tutto il resto questa settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *