Il compositore originale di Destiny sulla relazione tra Bungie e Activision: “Proprio come pensavamo che sarebbe stato”

Marta
Marta

(Credito immagine: Bungie)

L’ex capo del suono di Bungie Marty O’Donnell non si è trattenuto nella sua valutazione del suo ex studio e del rapporto di lavoro di Activision su Destiny in una nuova intervista, dicendo “sapevamo che c’era un rischio reale dall’inizio e poi ha smesso di essere solo così male come pensavamo che sarebbe stato. ”

A proposito HiddenXperia, uno YouTuber di Halo, in una lunga conversazione, ha posto la domanda “Quali erano i tuoi pensieri quando hai saputo che Bungie stava lasciando Activision?” è stato inviato a O’Donnell.

Puoi guardare l’intervista completa qui sotto, ma come nota, il video inizierà con una domanda su Bungie e Activision.

O’Donnell inizia la sua risposta dicendo: “Alcuni di me erano ‘beh, è ​​finita’, il resto di me era ‘accidenti, spero che vengano comprati così poi comprerò le mie azioni.

Chiaramente nessun amore è stato perso tra O’Donnell e Activision. In seguito ha aumentato il modo in cui le società si sono riunite in primo luogo. “Poiché ero in carica e facevo parte del consiglio di amministrazione quando siamo entrati in Activision, se devo dare la colpa per essere andato in Activision ne faccio parte … Sapevamo che c’era un rischio reale dall’inizio e poi si è rivelato proprio quello che pensavamo sarebbe stato. ”

Fornisce un po ‘di contesto sul motivo per cui Bungie si è unito ad Activision, dicendo che era il motivo per cui Activision avrebbe consentito a Bungie di mantenere i diritti sull’IP di Destiny, prima di rivelare che Bungie stava considerando di tornare a Microsoft. Ha detto: “Personalmente ho continuato a dire che dobbiamo essere in grado di possedere e controllare l’IP e Activision ha acconsentito. Tutti gli altri grandi attori durante quel periodo non sarebbero stati d’accordo. Anche Microsoft, che era molto vicino al serio. [offer]. Siamo quasi tornati a Microsoft, se puoi crederci. “

Dopo aver lasciato andare quella rivelazione, O’Donnell passa a quella che chiama “la parte piccante”. Sostiene che una parte dell’accordo con Bungie significava che Activision non poteva fare confusione con l’IP, ma che “l’unico modo per impedire loro di fare problemi con l’IP è che tutta la leadership di Bungie dica” non puoi scherzare con l’IP, “e non è quello che è successo. ”

Anche se O’Donnell non fa nomi, prosegue dicendo: “Questa è stata probabilmente la mia più grande delusione, abbiamo lavorato per un decennio per assicurarci di poter resistere all’editore che diceva ‘no, possediamo l’IP che non puoi pasticciare con ‘e sono stato violato e poi finalmente l’ho lasciato entrare “.

Il tempo di O’Donnell a Bungie è giunto a una fine difficile dopo che era stufo di Bungie durante lo sviluppo del gioco originale. O’Donnell ha vinto una battaglia legale contro Bungie per licenziamento illegale, motivo per cui mantiene le azioni della società. Tuttavia, è fantastico ascoltare il racconto di O’Donnell degli eventi di questo periodo, in particolare la rivelazione che Destiny potrebbe essere tornato a Microsoft.

Bungie ha recentemente annunciato le stagioni di arrivo per Destiny 2, che sarà il futuro della serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *