Il CD Projekt Red spiega perché sei sempre povero in The Witcher 3

Marta
Marta

Il vasto mondo fantasy aperto di The Witcher 3 è pieno zeppo di intrighi, mostri, una lista sempre crescente di DLC gratuiti (inclusi i benefici della difesa del maiale di Wild Hunt) e un sacco di scene di sesso per arrossire anche Lars von Trier, ma lì è una cosa di cui l’incidente di Geralt non è traboccante: contanti.

Nell’ultima edizione di Edge, il team ha incontrato il progettista di gioco senior Damien Monnier e il progettista di missioni senior Pawel Sasko di CD Projekt RED per discutere della caccia finale di Geralt di Rivia e prendere la decisione consapevole di rendere il tuo lavoro difficile per i pochi soldi.

Margine: l’economia è strettamente bilanciata per assicurarti di non diventare mai troppo bravo. Come hai continuato così? Damien Monnier: È molto difficile! Non volevamo che Geralt fosse questo multimilionario che va in giro a uccidere mostri. Alla fine, lo fa per soldi; volevamo davvero che cercassi di ottenere troppi prezzi e di ottenere di più, perché hai davvero bisogno di soldi.
Pawel Sasko: Nei libri, Geralt era molto debole; lottava sempre per i soldi. Era una delle cose interessanti che volevamo mantenere. Ci sono molte battute sulla nostra economia. Un tester del controllo qualità è venuto da noi dicendo: “Sono al livello dieci, ho 6.000 monete d’oro e non ho niente da spendere per questo” e abbiamo dovuto capire cosa è successo. Abbiamo lasciato una porta aperta di una grande villa: l’ha rubata e ha venduto tutte quelle spade costose.

L’ultima edizione di Edge, di Deus Ex: Mankind Divided, è ora disponibile. Scaricalo Qui o arruolarsi con le edizioni future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *