I migliori episodi di Black Mirror, classificati

Marta
Marta

Credito: Netflix

La quinta stagione di Black Mirror è quasi alle porte e, dopo il fantastico regalo di Natale di Bandersnatch, c’è da dire che c’è molta eccitazione, anche se l’ultima raccolta di storie tecnofobiche di Charlie Brooker aggiunge solo tre episodi. Netflix in crescita collezione. Essendo uno dei migliori spettacoli su Netflix, i migliori episodi di Black Mirror dal basso verso l’alto sono alcuni dei migliori programmi TV di fantascienza che ci si possa aspettare, pieni di commedia nera, talento stellare dietro e davanti alla telecamera e – hai indovinato – infiniti graffi filosofici sul mento.

Di conseguenza, è una sfida difficile classificare i migliori episodi di Black Mirror dal peggiore al meno, e sono pieni di opinioni acute e di potenziali controversie, poiché tutti gli episodi della serie finora hanno la loro scelta. Tuttavia, attraverso il potere del voto collettivo (perché sappiamo tutti quanto Black Mirror ami la democrazia), sentiamo di meritare una gerarchia definitiva. Ma prima, due esclusioni di responsabilità: questa è una lista grandi spoiler per ogni episodio di Black Mirror fino ad ora (ovviamente) e, nonostante il suo suggerimento, non includeremo Bandersnatch nelle valutazioni, poiché è un film tecnicamente indipendente e non un episodio di serie. Scusate, forse in un percorso ramificato, avremmo fatto un’altra scelta.

19. L’odio nella nazione

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 3, episodio 6

Quello contenente: Massacro robot api molte persone

Il fondo del barilotto di Black Mirror potrebbe non essere solo un terribile pezzo di TV, ma non è qualcosa a cui penserai con affetto o che vorresti rivedere presto. Hated in the Nation DCI vede Parke Kelly Macdonald alla ricerca di un hacker che sta conducendo una votazione pubblica di hashtag per scoprire chi dovrebbe essere ucciso. Sembra una premessa per biscotti Black Mirror – e questo perché lo è.

Poi arrivano le api robotiche. Oh dio, le api. Un episodio di Black Mirror molto coinvolgente e il tipo di carica sub-standard, da ridere ad alta voce, che è probabile che tu possa aggirare in un normale episodio di Doctor Who, diventa rapidamente una realtà. Non fa paura, non sta pensando e all’improvviso puoi sentire ogni secondo degli 89 minuti di autonomia. Bradley Russell

18. Arkangel

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 4, episodio 2

Quello contenente: La mamma mette un raccapricciante stalker high-tech nella testa di sua figlia

A volte Black Mirror sembra un chiaro avvertimento dal futuro, altre volte sembra che qualcuno ripeta “e se la tecnologia fosse troppo” in una fase più rumorosa. Arkangel si sistema comodamente in quell’ultimo campo perché nessuna delle sue strane tecnologie è necessaria nemmeno per le basi dell’episodio. I genitori già spiano i loro figli quando sentono di essere in conflitto e li separano già dai loro coetanei (nel bene e nel male) limitando la loro esposizione a certe parti della cultura. L’unica parte davvero spaventosa di questo episodio è l’idea che un impianto cerebrale venga deprezzato dopo alcuni anni come un prodotto di orrore del corpo di Google. Connor Sheridan

17. Momento Waldo

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 2, episodio 3

Quello contenente: Un personaggio dei cartoni animati corre per il parlamento e vince

Per quanto riguarda i messaggi subliminali, il sottotesto di The Waldo Moment è sottile quanto il Beato Brian mentre grida dai tetti con le scarpe da clown cigolanti. Ce l’abbiamo; la politica moderna è uno scherzo e la democrazia è il suo thriller di corte … Cos’altro c’è di nuovo? Black Mirror è sempre stato migliore come esperimento mentale acuto che come commedia, quindi il fulcro di questo episodio per l’ultimo genere lo rende uno dei meno memorabili e significativi. Un’altra cosa, poiché è uno dei primi Black Mirror, anche la composizione di CG Waldo sembra molto bella, il che non aiuta. Scopriamo che le masse potrebbero votare per un personaggio dei cartoni animati, ma non è certamente uno che ha un sorprendente aspetto da mascotte che compare ogni volta che ne prendi uno di riserva al bowling? Alex Avard

16. Torno subito

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 2, episodio 1

Quello contenente: Donald Gleeson muore e ritorna come un clone dell’IA

Prima di farsi un nome negli Stati Uniti attraverso Star Wars e Marvel rispettivamente, la chimica naturale di Donald Gleeson e Hayley Atwell ha permesso alla premiere della seconda stagione di Black Mirror di fiorire come una storia agrodolce sull’amore, la perdita e i robot. Purtroppo, il confine tra intelligenza artificiale e coscienza umana è una questione chiave come argomento che è visto come più della sua giusta quota di copertura nel genere sci-fi, rendendo Be Right Back una relazione più prosaica e platinata rispetto agli episodi successivi in la stagione. Gleeson e Atwell sono fantastici, però, e se c’è un motivo per guardare questo episodio, lo sono. Alex Avard

15. Completa la storia

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 1, episodio 3

Quello contenente: La biopsia di sorveglianza registra i ricordi di tutti

Sì, sì, lo so, questo è l’episodio a cui tutti prestano attenzione quando si parla di Black Mirror, quindi perché è al numero 15 ?! Ad essere onesti, col passare del tempo e il pieno carico di episodi di Black Mirror migliori e più interessanti è stato rilasciato, la retrospettiva ha fatto scivolare Total History for You naturalmente verso la fine delle classifiche. Non fraintendetemi, questo è tanto personale e drammatico quanto Black Mirror, usando la sua tecnologia non per risuonare sui contenuti socio-politici, ma per realizzare il pathos del matrimonio che fallisce quando arriva a destinazione. Nella maggior parte dei casi come questo, una coppia litiga, trascorre un po ‘di tempo separata, quindi si fa pace. Black Mirror, d’altra parte, esplora cosa succede quando la tecnologia di sorveglianza viene gettata nel mix. Punti bonus assegnati al futuro Time Lord Jodie Whittaker su un modulo vincente messo insieme in modo affidabile sotto il consiglio di Toby Kebbell. Alex Avard

14. Bianco Natale

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Speciale Natale

Quello contenente: Jon Hamm utilizza la tecnologia “eye link” per le cose cattive e il “blocco” assume un significato completamente nuovo

La mia dolce madre non mi ha mai perdonato per averla guardata questa famiglia di Natale. Tre storie che esistono davvero, storie ambientate in un mondo in cui non abbiamo molti cloni digitali per gestire le nostre vite, impianti speciali per farci vedere attraverso gli occhi di altre persone e il blocco dei social media per rendere chiunque fantasma di cui abbiamo bisogno IRL. È uno degli episodi più oscuri mai realizzati e potrebbe essere sottotitolato “insulti tossici rovinano ancora una volta la festa”. L’uso intelligente di I Wish It Could Be Christmas Everyday e le iscrizioni intrecciate giocano sulle tue emozioni festive, rendendo il finale più cupo del tuo diciassettesimo paio di calzini sotto l’albero. Rachel Weber

13. Orso polare

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 2, episodio 2

Quello contenente: Un criminale che ha filmato il suo ragazzo uccide una bambina senza memoria e un sensitivo lo sveglia mentre guarda film dalla recinzione

White Bear ha un impatto così primordiale sugli spettatori di Black Mirror, che il suo iconico logo è apparso in numerosi episodi dello spettacolo da allora, ricordandoci – non solo il Black Mirrorverse è reale – di questa terribile parodia di un reality in stile Derren Brown the lo spettacolo è apparentemente lì, e sta ancora andando forte. L’apocalittico processo del fuoco di White Bear sta calando dall’inizio alla fine, ma il pungiglione dell’ultimo minuto è il punto in cui l’episodio si rivela, soprattutto quando Brooker si rivolge al pubblico. La tecnologia non è il vero mostro di questa storia, lo siamo, e quella svolta catastrofica è esattamente il motivo per cui l’orso polare è ancora oggi un pezzo di satira sociale del jet nero. Alex Avard

12. Quindici milioni di meriti

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 1, episodio 2

Quello contenente: X Factor è il capitalismo e il porno è inevitabile

Il Fifteen Million Black Mirror è un merito cinico. Si tratta di un mondo in cui le persone vengono commentate in modo consumato: le loro ore di lavoro vengono spese a pompare su cyclette per guadagnare Merito e le loro ore di riposo sono spese a guardare i loro concittadini nella TV dei reality. Ogni possibilità di cambiamento viene erosa quando l’amore romantico del personaggio principale viene caricato dalla sua pura dolce ragazza che salta direttamente dal futuro X Factor al porno hardcore (ed è persino costretto a guardare le pubblicità per la sua nuova carriera). Poi ottiene la sua attenzione minacciando di spaccargli la gola alla televisione pubblica, trasformando quell’atto di ribellione in una nuova trasmissione regolare. Black Mirror ha quasi sempre lo specchio oscuro, ma il dodicesimo Million Merits può essere un duro ripensamento a causa del breve lampo di speranza che viene rimosso dal razzismo. Connor Sheridan

11. Callister USS

Credito: Netflix

Credito: Netflix

L’episodio: Stagione 4, episodio 1

Quello contenente: Geek costruisce la propria Enterprise e si riempie di persone che conoscono IRL

Da Playtest a Bandersnatch, Black Mirror ha sempre mostrato un’affinità per i videogiochi. Charlie Brooker è stato lui stesso un giornalista di videogiochi una volta, dopotutto, e il suo rapporto di amore-odio con i media è ancora più entusiasta che mai. Non c’è posto più chiaro di quello in USS Callister, dove Brooker mostra l’alta quota e il declino distruttivo dei media digitali, dove un evento sociale può visualizzare le proprie fantasie tiranniche semplicemente accedendo online. Nonostante tutto il suo sottotesto, USS Callister è anche molto divertente come il lancio diretto di Star Trek, e Black Mirror ha alcuni dei momenti più divertenti fino ad oggi. E, in un momento non familiare per lo spettacolo, otteniamo un finale ancora più ottimista dei volti delle persone, e pienamente meritato grazie all’eccellente cast dell’episodio, alla struttura intelligente e ai temi percettivi. Alex Avard

Vai a pagina due per una carrellata dei dieci migliori episodi di Black Mirror fino ad oggi!

Credito: Netflix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *