I 20 migliori film di Leslie Nielsen

Marta
Marta

The Naked Gun 2: The Smell of Fear (1991)

‘Frank Drebin è tornato. Supponi solo che “questa è la linea di tag sardonici per questo sequel cinico-assassino-assassino.

E in realtà è più con niente lo stesso. Fortunatamente, la stessa cosa sembra essere abbastanza buona, come questo esame della voce dura di Frank. “Era lì, proprio come la ricordavo. Quel bel viso delicato. E un corpo che potrebbe sciogliere un panino al formaggio da tutta la stanza. E seni che sembravano dire: ‘Ehi! Guarda queste! ‘Era il tipo di donna che ti ha fatto venir voglia di inginocchiarti e ringraziare Dio che sei un uomo. Mi ha ricordato mia madre, okay. ”

The Naked Gun 33: The Ultimate Insult (1994)

Ancora una volta alla violazione, come nota questa volta il tag, “Per lo più tutte le nuove battute”.

Il marchio comico di Nielsen è assurdo, semplice e spesso grossolano. Niente di tutto ciò lo rende meno divertente, ovviamente, ma significa voci meno classiche e prove che è disposto a spingere una buona gag nel terreno. Non è una brutta cosa, ma non è un gioco per i primi due film.

Dracula: Dead And Loving It (1995)

Una coppia anticipata di commedie, con Nielsen che interpreta l’acclamato regista Mel Brooks nel lungo atto spirituale di Brooks, Young Frankenstein.

E sotto questo aspetto è deludente: il giovane Frankenstein è un atto quasi impossibile da seguire. Ma non è così male come penserebbero i critici, con Nielsen in particolare in una forma da vampiro come il Conte.

Spy Hard (1996)

A questo punto, raggiungendo i 70 anni, Nielsen stava appena rallentando e ha continuato a fare film un anno insieme a varie apparizioni televisive.

Questa parodia di 007 è tra i suoi sforzi di Sub-Naked Gun, una parodia spessa come un mattone con battute rumorose che ha portato l’impareggiabile consegna di Nielsen ancora nel mondo rotante. “Grazie”, dice mentre si offre di addio, “ma sono abbastanza contento di quello che ho”.

Addebitato in modo errato (1998)

Questa parodia dell’uomo in fuga, ecco come mostra il poster chiaramente modellato su The Fugitive – Nielsen rivede nelle mani di Pat Croft, scrittore di The Naked Gun, che ora è anche regista.

I critici lo odiavano, ma pensiamo che sia pieno di battute forti (“Non muoverti! Ho una pistola. Non sono qui, ma ne ho una.”), Il che non dovrebbe sorprendere i fan di Nielsen.

Scary Movie 3 (2003)

Un’altra reunion di Naked Gun, questa volta con il regista David Zucker che prende una famiglia reale dalla famiglia Wayans nel loro franchise parodia Scream molto redditizio e sottile.

Con l’aiuto di Nielsen (interpretando un’altra figura di autorità senza silenzio, questa volta presidente degli Stati Uniti) Zucker ha invertito il successo del campionato dopo una terribile seconda puntata, e si è assicurato che il quarto …

Scary Movie 4 (2006)

Più dell’aereo! la troupe ha sfruttato la larghezza di banda di Scary e gli scrittori Pat Proft e Jim Abrahams insieme al regista David Zucker.

Tutto questo si rivela stupido, non dovrei ridere-di-questo-ma-io-del tutto momenti mentre il presidente Nielsen parlava a una conferenza internazionale e lo esponeva (“Pensavo che fosse un tetro cappotto di pelle! Questi non lo sono bottoni? Stavo tirando su e giù questa cosa come una cerniera … “)

Music Within (2007)

Nielsen interpreta l’imprenditore di apparecchi acustici del Minnesotan Bill Austin – stranamente, il patrigno del regista Steven Sawalich – in questo film biografico anti-umano.

È un’opera teatrale pulita e commovente sull’oratore pubblico Ron Livingstone che avrebbe fatto il giro del mondo, con il cameo Nielsen come specialista dell’udito che ricorda tempestivamente che non è un rapinatore e una battuta.

Film sui supereroi (2008)

La parodia “Film” continua, sotto gli occhi del produttore di produzione David Zucker e del collaboratore di lunga data di Naked Gun Robert K. Weiss.

Nielsen è a bordo della parodia sparpagliata nei panni di zio Albert – la versione di zio Ben di Peter Parker – mentre il film di Spider-Man è diretto da Tobey Maguire, mentre Nielsen si concentra sui membri del cast con una sparachiodi.

American Carol (2008)

Questa commedia commedia è un triste finale per il treno Zucker / Nielsen (anche se non così triste come l’ultima apparizione dell’attore finora nel terribile Stan Helsing).

Michael Moore e i suoi vari documentari polemici sono una lunga parodia – una commedia piena di repubblicani di Hollywood (James Woods, Kelsey Grammer) che hanno incassato meno di 8 milioni di dollari, dimostrando che i container non ce la fanno davvero.

Leslie aveva un sacco di sciocchezze sul suo CV, ma guardava anche i film peggiori. E questa è una delle cose che lo hanno reso una leggenda. RIP, signor Nielsen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *