Cosa significano veramente i nomi dei giochi

Marta
Marta

Suikoden (PSOne, PS2)
Il gioco stesso è un po ‘basato sulla classica storia cinese Shui Hu Zhuan (Rivain inglese), quindi la traduzione letteraria, basata interamente sui caratteri presenti nel titolo, è come “Story near water”. Questo è più o meno il margine dell’acqua, quindi vai.

Bujingai: The Abandoned City (PS2)
Un altro morso di Kanji che funziona in giapponese, ma in inglese viene fuori come “Warrior sword city”. Gackt è anche una finta star, per paura di portare due bug sulle pop star internazionali.

Disgaea (PS2)
Più o meno significa “contro la Terra”. Abbiamo visto che era giusto, poi l’editore NIS America lo ha confermato: “Dal punto di vista dello sviluppatore, Disgaea non significa niente, era carino e diverso. Potremmo dire che le loro anime stavano cercando” anti-terra “E così mi è venuto in mente Disgaea anche se non hanno inglese. Era la magia di Disgaea!”

Otogi: Myth of the Demons (XB)
Come si può dire, “Otogi” da solo non significa nulla, ma di solito si riferisce a fiabe o fiabe. Quindi, nonostante il fatto che il protagonista del gioco sia basato su qualcuno nella vita reale (Minamoto o Raiko), la trama illustrata infusa di demoni può dire “eh, è ​​un mito”.

Daikatana (PC, N64)
Sì, lo sappiamo, è uno dei più grandi flop nella storia del gioco. È bello sapere che anche il suo nome, “grande spada”, è poco interessante come il resto di questo pasticcio.

Drakengard (PS2)
Le parole chiave lavorano sodo qui, assicurandosi che questo “campo del drago” rimanga al sicuro, anche dopo uno dei terminali più grandi mai esistiti. Baby cannibale? Nooooo!

Rengoku (PSP)
Un altro gioco bla con traduzione bla. Rengoku è un lassativo, semplice e diretto. È anche una serie di giochi schifosa.

Hoshigami: Ruining Blue Earth (PSOne, DS)
Tra incantesimi di evocazione e fulmini a mano, i giocatori possono inchinarsi davanti alla loro “stella stellare” – e questo è esattamente ciò che significa Hoshigami.

Iris Atelier (PS2)
Nuova negli Stati Uniti ma ben nota altrove, questa simpatica serie di giochi di ruolo prende in prestito un termine francese per “laboratorio di artisti”. E poi Iris, beh, lo sappiamo già. Inoltre: goplayIris 2. Se non ti piace il sistema di combattimento acceso, le ragazze faranno sicuramente un adorabile anime.

GrimGrimoire (PS2)
Probabilmente lo sapevi, ma nel caso in cui non riuscissi a leggere il carattere rilassato della scatola, GrimGrimoire potrebbe facilmente diventare un “libro di magia nera”. Quello o “libro triste”, e il primo suona più freddo.

Pagina successiva: i ritardatari che hanno violato la categorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *