Assassin’s Creed Valhalla Fight è stato creato appositamente per farti sentire un vichingo, non un assassino

Marta
Marta

(Credito immagine: Ubisoft)

Mentre guardavo Eivor squalificare un uomo con un colpo mortale su un’ascia, è stato chiaro che Valhalla Assassin’s Creed sta abbracciando il famoso approccio brutale al combattimento dei vichinghi. I combattimenti nel Valhalla sono molto più lenti e risoluti di qualsiasi cosa abbiamo visto di recente nei giochi di Assassin’s Creed ispirati ai giochi di ruolo. Gone Fight è più volatile, quasi come ballare con Assassin’s Creed Odyssey, e mentre ci sono più somiglianze da tracciare tra questo e Origins Assassin’s Creed, questo è Assassin’s Creed Fight come non l’hai mai visto prima.

Aiuta, ovviamente, il fatto che questo sia un nuovo finale per la serie. Valhalla Assassin’s Creed ci riporta al Medioevo, intorno all’873 d.C., periodo in cui i vichinghi norvegesi iniziarono a stabilirsi sulle coste dell’Inghilterra. Da quello che ho visto finora, il gioco raggiunge un buon equilibrio tra gli elementi inglese e scandinavo, con una parte enorme della storia – e la violenza che ne deriva – legata alla chiusura di entrambe le culture. Anche i raid massicci sono una parte importante del gioco, sia in termini di storia che come una delle tante opzioni per attaccare un accampamento nemico, ed è qui che ho avuto il mio primo assaggio di quanto fosse sanguinosa la lotta del Valhalla.

“Quello che volevamo veramente dall’inizio è che il personaggio fosse un vichingo, prima di tutto, sai?” dice Eric Baptizat, game director di Valhalla Assassin’s Creed. “È molto importante essere sicuri di essere fedeli a ciò che i vichinghi hanno avuto in questo periodo di tempo”, dice Baptizat, aggiungendo, “vogliamo che il giocatore giochi, senza dirgli direttamente, il gioco che un vichingo ha vissuto per vivere questa volta. ”

Prima i vichinghi, poi gli Assassini

(Credito immagine: Ubisoft)

Poiché essere un vichingo in questo periodo storico è una parte importante della tua esperienza, dovrai avvolgere la testa attorno ad alcune armi pesanti pesanti. Mentre giocavo, ho scelto di estrarre un grande scudo e un’ascia, il che significava che parare gli attacchi nemici era una parte estremamente importante del ciclo dell’avversario. Una parata tempestiva potrebbe respingere inesorabilmente un nemico, dandomi lo spazio per effettuare alcuni attacchi con la mia ascia, o addirittura far cadere il mio nemico da terra, offrendo l’opportunità di un attacco a stomp.

Ma tutto ciò che fai durante il combattimento deve essere preciso, perché le armi sono pesanti, il che le rende lente a lanciarsi fisicamente all’interno del gioco. Un colpo mancato – intenzionale – è un duro colpo per una strategia di attacco e significa che abbattere un nemico può essere molto soddisfacente. Una cosa di cui devi sempre essere consapevole, tuttavia, è che aggirarti è una condanna a morte: gli attacchi nemici sono lenti ma mortali. Valhalla crea livelli nella strategia tanto quanto fisicamente nei suoi sistemi di combattimento, costringendoti a bilanciare i tuoi attacchi di base con parate e schivate perfette, e questo prima ancora di ottenere le abilità speciali che sblocchi man mano che avanzi.

“Uno degli obiettivi era aumentare la strategia del giocatore, ma anche aumentare il numero di sfide”, spiega Baptizat. “Le tue nuove abilità hanno davvero bisogno di nemici che non puoi aggirare facilmente. Quindi potresti aver bisogno di un blocco o di un’abilità che devi guadagnare per poterli sconfiggere. Molto è stato fatto per creare un’enorme varietà di archetipi che sono abbastanza diversi da come eravamo, ma più ricchi in termini di nuove strategie per il giocatore “.

Queste abilità e abilità saranno fondamentali per la nuda sopravvivenza nei raid di Assassin’s Creed del Valhalla, eventi spettacolari che ti costringono a bilanciare costantemente varie minacce. Questi possono variare da nemici anonimi armati di luce, a segnalini con arco e Berserker veloci e letali. E se non li sfidano abbastanza, allora c’è il tipo di nemico che può far tremare le tue ginocchia: gli Sventratori. Se mai ci fosse stato bisogno di sfruttare appieno le tue capacità e l’Arsenal, sarà per affrontare Slayers.

Orso, Lupo o Corvo?

(Credito immagine: Ubisoft)

Valhalla Assassin’s Creed ti darà la possibilità di decidere che tipo di vichingo vuoi essere. Ci sono tre distinti alberi delle abilità nel gioco – Orso, Lupo e Corvo – in cui puoi indirizzare i punti di aggiornamento durante il gioco, dandoti la possibilità di comporre davvero il tuo stile preferito e il tuo approccio al coinvolgimento. “Volevamo avere un animale simbolico per illustrare le tre direzioni dell’albero delle abilità. Se facciamo una caricatura, potremmo dire che l’orso è più un elemento orientato all’eroe. Il corvo è più concentrato sulla furtività e il lupo è più orientato al debito ”, spiega Baptizat.

“Ma non solo quei tre rami. Perché in ogni ramo, c’è già un mix e una varietà di elementi mutevoli. Quindi puoi avere nuove abilità utili in combattimento, furtività, ricognizione e navigazione, a seconda del , “mi dice, notando che il sistema va ancora più in profondità quando inizi ad abbinare le tue armi con ogni ramo del sistema. “Più vai in un ramo, più vedrai che sei specializzato in un tipo di arma e un tipo di tracce. Puoi davvero definire quale misura ritieni sia la migliore. Quindi le abilità che stai cercando. L’apprendimento lo farà essere molto diverso [depending on which branch you focus on]. “

(Credito immagine: Ubisoft)

Il bello di questo è che, quindi, scoprirai di avere ingranaggi allineati con tutta la focalizzazione sugli animali, quindi il tuo investimento in una particolare specialità sarà ricompensato allineandoti con armi specifiche. E se ti rendi conto di aver fatto un pasticcio e vuoi ricominciare da capo, puoi resettare la tua costellazione di abilità quando vuoi.

Ma per fortuna, qualunque cosa tu scelga, il gioco non ti punirà mai per le scelte che fai, le tracce con cui ti allinei o il modo in cui scegli di affrontare una situazione in combattimento. “La tua strategia come giocatore non influenza la storia, tranne in quel momento specifico. In quel momento specifico, in realtà hai una scelta di strategia che può avere un impatto, ma la maggior parte delle volte – sono davvero le opzioni di dialogo in cui può davvero influenzare [on the story]. “

“A volte è semplice come combattere qualcuno, o non combatterlo. Ma potrebbe essere ancora di più, poiché decidi chi diventa il leader di un territorio e sei pronto a scegliere di stare attento a chi applicare, perché avrà delle conseguenze “, dice Baptizat. “È sempre difficile avere un impatto sulla base di ciò che hanno fatto [in combat], perché a volte non si rendono conto di aver effettivamente ucciso 20 persone. “

Nonostante l’enorme attenzione alla brutalità dell’avversario in Valhalla Assassin’s Creed – per non parlare del suo peso fisico ed emotivo – il gioco ti ispira comunque a giocare come vuoi. Abilità, abilità, armi, attacco contro furtività … è tutto lì. È solo questione di decidere che tipo di vichingo vuoi essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *