American Vampire with Snyder & Albuquerque ritorna il prossimo ottobre con arrangiamenti e atmosfera anni ’70

Marta
Marta

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

Il prossimo volume dormiente di Scott Snyder e Rafael Albuquerque: American Vampire 1976 ha un nome e una data di uscita, discutendo il 20 ottobre.

“I personaggi del ’76 sono in una situazione oscura in termini di lotta contro il male”, dice Snyder nell’annuncio. “Gli anni ’70 riflettono la nostra era attuale in molti modi: ansia, paura e un riesame dell’identità americana.

“Il libro si apre su Skinner Sweet che lavora fuori Las Vegas facendo trucchi nello stile di Evel Knievel che muore, cercando di morire”, continua lo scrittore. “C’è una specie di trama di Son of Sam a New York City con Cal e Travis, una trama di thriller politico con Felicia e ogni sorta di iconografia negli anni ’70. È la mia sala giochi preferita finora.”

Ambientata nel 1976, questa serie in nove edizioni gioca sul tumulto e l’ansia nel corso dei due secoli degli Stati Uniti.

“Skinner Sweet ha fatto ogni sforzo per riconquistare la sua immortalità perduta. Con i suoi poteri e il suo scopo svaniti, ora è determinato a uscire con uno sfoggio”, si legge nella descrizione del libro della DC. “In uno squallido raduno motociclistico nel deserto dove Skinner è più vicino che mai al suo desiderio di morte, Pearl Jones e un entusiasmante partner lo rintracciano per un’ultima disperata missione: la forza conosciuta come il Mercante Grigio e i suoi servi a scavare tunnel nel grembo materno del mondo per liberare l’inferno sulla Terra, giusto in tempo per i due secoli dell’America “.

Ecco uno sguardo di quattro pagine alla prima edizione. Dave McCaig colorerà la serie:

Immagine 1 di 4

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

Immagine 2 di 4

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

Immagine 3 di 4

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

Immagine 4 di 4

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

E la nuova serie non riguarda solo Skinner, ma l’intero franchise e gli altri vampiri introdotti lungo la strada.

“Il vampiro americano del 1976 include tutti i personaggi così lontani dal franchise, inclusi Dracula, Il Signore degli Incubi, Il Consiglio dei Mostri”, dice Snyder a Newsarama.

(Credito immagine: Rafael Albuquerque (DC / Black Label))

Mentre Albuquerque ha lavorato per la DC molto prima del debutto americano dei vampiri del 2010, questo Vertigo (e ora la serie Black Label) è stato l’inizio di DC Snyder – e questo volume segna il decimo anniversario della sua permanenza alla DC.

“Scott, Rafael e io ci siamo fatti le ossa insieme su American Vampire 10 anni fa”, ha detto nell’annuncio il direttore esecutivo della DC Mark Doyle. “È fantastico tornare alla storia che abbiamo iniziato dieci anni fa. Il lavoro su American Vampire 1976 è stato così commovente e fantastico, soprattutto perché le somiglianze tra la paranoia degli anni ’70 e quella di oggi sono molto diverse. Fantastico …”

L’annuncio della DC di questa serie limitata giovedì ha definito il franchise “il capitolo finale”, ma Snyder chiarisce a Newsarama che “non è la fine”.

“Il vampiro americano del 1976 ci porta ai giorni nostri”, spiega Snyder, come la serie precedente è ambientata nel passato. “Dopo questo salteremo ai giorni nostri.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *