All’E3 2019, Microsoft mostra a Sony l’importanza della semplice visualizzazione

Marta
Marta

(Credito immagine: Casey Rodgers / Invision per Xbox / AP Images)

L’IS account PlayStation ufficiale è una cosa strana su Twitter al momento. Un tweet ieri sera suggerisce Spiritfarer, uno delle cinque dozzine di giochi presenti al Xbox E3 2019 dando informazioni a ieri, in arrivo su PlayStation il prossimo anno. Scorri un po ‘e ti verrà ricordato, sì, Cyberpunk 2077 realizzato anche per console Sony. Come Fall Guys, il nuovo gioco di Mediatonic che Devolver Digital ha annunciato la scorsa notte, e Final Fantasy 7 Remake, che ha ricevuto ieri una data di uscita in un concerto dei fan. Ehi, anche noi abbiamo una svendita. Evita il tuo sguardo dalla macchina hippie! Ignora tutte le novità! Abbiamo il 35 percento di sconto Red Dead Redemption 2.

È tutto un po ‘strano, un po’ preoccupante e, poiché qualcuno che ama ancora essere travolto nel concorso di misurazione dell’E3, è anche triste. Qualunque cosa pensi dell’E3, rimane il punto focale dell’industria dei videogiochi, una settimana ogni anno in cui tutti gli importanti vanno a Los Angeles e tutti gli altri sono molto entusiasti (e spesso piuttosto arrabbiati) per ciò che viene rivelato. Anche Sony è qui, senza dubbio: nelle sale riunioni e nei ristoranti non c’è dubbio che si stringe la mano e fa accordi in vista del lancio previsto per il prossimo anno. PS5. Ma questo è importante agli occhi del pubblico. Sì, ieri Microsoft gli ha regalato il miglior spettacolo degli ultimi anni sul palco, forse il migliore in assoluto. Potrebbe non essere stato così facile per Sony.

Ho scoperto perché PlayStation non si è presentata. La logica conseguenza di costruire la tua conferenza E3 intorno a giochi che sono tipicamente a due o tre anni dall’uscita, come Sony ha trascorso gran parte di questa generazione, è che alla fine sei a corto di cose di cui parlare; tutto ciò che ti resta sono giochi in fase di sviluppo per una console che non sei ancora pronto a rivelare. Ma il fatto che Microsoft sia riuscita a mettere insieme la sua più grande serie di giochi in assoluto dimostra che il pozzo non è del tutto asciutto. Ieri c’erano 60 giochi sul palco Xbox. Quattordici di quelli erano del primo partito. Taglia a metà i restanti 46 giochi, segui un po ‘più pesante del solito sui giochi first party che hai annunciato per l’attuale generazione, e ci sono ancora molti contenuti su cui costruire una conferenza stampa.

Microsoft è stata lasciata incontrastata

Xbox E3 2019

Credito: Casey Rodgers / Invision per immagini Xbox / AP (Immagine: Casey Rodgers / Invision per immagini Xbox / AP)

“L’E3 può essere programmato come una vetrina per tutto ciò che l’industria ha da offrire, ma è davvero una battaglia di attenzione”

In un universo parallelo, a Sony E3 2019 conferenza stampa. Sono otto minuti per iniziare Filo della morte il trailer ha aperto lo spettacolo, invece di finire una settimana prima. Alla fine c’è stata un’altra scena sullo stellare Gli ultimi di noi Parte 2, e tra altre immersioni nell’interessante Fantasma di Tsushima. Mark Cerny è salito sul palco e ha delineato la visione per PS5. Quando Sony si rese conto che non era ancora abbastanza, raggiunse il suo libretto degli assegni. Namco aveva qualcosa di pazzesco nuovo, un incontro tra Hidetaka Miyazaki e George RR Martin. Sony ha capito Anello Elden (e mentre stiamo sognando, diciamo che non è trapelato). Il CD Projekt Red Cyberpunk 2077 è stato presentato sul palco di Microsoft nel 2018 e ha portato un importante cambiamento di scenario. Non si è potuto resistere alla mozione di qualche tempo dell’attuale vincitore del ginocchio. Sony ha Cyberpunk e Sony ha ottenuto Keanu. Hanno detto che è stata una delle migliori conferenze dell’E3 di sempre.

Invece, Microsoft è rimasta in piedi incontrastata e una valanga di voti l’ha naturalmente vinta. È stata un’ottima conferenza, certo, ma non è stata priva di problemi. C’era troppa CG e non abbastanza gameplay. L’ordine corrente era in tutto il negozio. Il piano per Progetto XCloud è stato spiegato male e il file Progetto Xbox Scarlett avviso di mancanza di sostanza. Ma senza alcun punto di paragone, non c’è nulla da criticare in particolare. Forse avrebbe potuto essere migliore ma hey, ce l’abbiamo tutti. Eppure, avevano Keanu.

L’E3 può essere inteso come una vetrina per tutto ciò che l’industria ha da offrire, ma è davvero una battaglia di attenzione. Non si tratta di possedere la conversazione, ma di esserne coinvolti e di ignorarla a proprio rischio e pericolo. Sì, alcuni dei più grandi attori del settore si sono ritirati nel corso delle generazioni. Nintendo ha abbandonato le conferenze stampa a favore delle trasmissioni dirette. EA ha lanciato EA Play, Activision non ha stand quest’anno e persino Microsoft ha rifiutato i suoi nuovi scavi lussuosi lungo la strada.

Ciò non significa che l’E3 stia morendo; è solo che è un po ‘più sparpagliato, e molto e nelle riprese diventa più lungo e più grande ogni anno. Vado all’E3 negli ultimi dieci anni e per la prima volta nessuno parla di PlayStation a meno che non si metta in dubbio a cosa diavolo stanno giocando. Torneranno il prossimo anno, senza dubbio, con una nuova console e si spera che arriveranno. Ma lo faranno con il piede indietro, dando il via alla nuova generazione dopo aver dato volentieri il vantaggio al più grande concorrente. Potrebbero ancora pentirsene. Il mondo, dopotutto, è gestito dalle persone che si mostrano.

Visita l’hub GamesRadar dell’E3 2019 per leggere tutta la nostra copertura esclusiva dell’evento di una settimana

Xbox E3 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *