A un anno dalla sua uscita, No Man’s Sky è sempre stato ciò che hai sempre desiderato, e anche di più

Marta
Marta

(Credito immagine: Hello Games)

Quando parli di No Man’s Sky, è difficile non essere costretti ad affrontarlo nel contesto delle reazioni che le persone hanno avuto nei giorni e nelle settimane successivi alla sua uscita. È stato più di un anno fa (assurdo, lo so – il tempo richiederà a tutti noi), ed è sicuro chiamare quel periodo “passato”. Per celebrare l’ultimo anno di esplorazione spaziale, è stata rilasciata la versione 1.3, intitolata Atlas Rises.

È il terzo importante aggiornamento del gioco, dopo Foundation e Pathfinder. Atlas Rises, invece, è quello grande, quello che cambia tutto. Laddove gli aggiornamenti precedenti hanno fornito alcuni strumenti per un soggiorno più piacevole su un pianeta, questo ha nuove missioni, interfaccia utente, contenuti della storia promessi 30 volte e altro ancora.

Ho cancellato il mio vecchio file di salvataggio e ho ricominciato da capo, risvegliandomi su un pianeta tossico con solo uno strumento multiplo. I cambiamenti verranno presto alla luce, poiché hanno cambiato il modo in cui gioco: il Dash è ripetitivo tra i pianeti e ovunque io possa ingoiare le mie prelibatezze.

I lasciti sono una nuova fonte di denaro e non sono più costretto a intraprendere un percorso verso il centro dell’universo e le domande più grandi lo sono. Le razze aliene si sentono significative per i cambiamenti nelle economie e nel modo in cui funzionano queste missioni, e la storia di Atlas Rises aggiunge molte più tradizioni agli alieni e all’universo. Quindi è intrecciato in ciò che contiene: un nuovo giocatore non sarebbe in grado di dire cosa c’è di nuovo e presente quando è stato rilasciato.

Quell’elefante nella stanza di No Man’s Sky, le reazioni quando vengono rilasciate, non sono più applicabili. Il multiplayer nel gioco ora ha più storia da comprendere, costruzione di basi, economia, veicoli e molto altro ancora sono intrecciati e divertenti.

Se No Man’s Sky non fa per te, va bene, non c’è posto per tutti. Ma un anno dopo e aggiornandolo, il gioco è molto meglio di prima. È un gioco impressionante che ti permette di scappare in un modo che nessun altro fa, ma merita attenzione, se vedi solo quanto è meglio.

Questo articolo è apparso originariamente sul PlayStation Official Journal. Per una maggiore copertura PlayStation, puoi farlo iscriviti qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *