20 fantastici giochi usciti stranamente su console obsolete

Marta
Marta

Su

Nota: una versione precedente di questo articolo è stata pubblicata nel dicembre 2013.

Per fortuna, il Metal Gear Solid 5 sembra sicuramente interessante, vero? Anche sui sistemi della vecchia scuola! Chi avrebbe mai pensato che un titolo così ambizioso potesse apparire così dolce, così eccitante e solenne mentre si opera su una tecnologia che ha quasi 10 anni? Oggi è una grande giornata, te lo dico, è ben lungi dall’essere il primo gioco del suo genere a raggiungere questa impresa. Finché ci sarà un grande player adatto, gli editori continueranno a fornire console vecchio stile.

A volte, i loro giochi potrebbero perdere un rilascio, rallentando il percorso di una macchina nuova di zecca. Altri cercheranno attivamente di trarre vantaggio dal conseguente cambiamento negli stili di gioco e nelle fasce d’età. In ogni caso, questi vecchi poeti all’antica spesso scompaiono, dimenticati a forza di alcuni nuovi parenti luccicanti. Comunque, andiamo a caccia di reliquie. Dimmi, ti ricordi quando

DJ Hero (2009)

Sia DJ Hero che Guitar Hero 5 sono stati rilasciati su PS2!?!? Giocare con lo strumento di plastica potrebbe aver avuto una breve introduzione alla spiaggia nell’autunno 2009, ma questo non avrebbe impedito ai grandi battitori di Activision di tentare di accenderlo. Per massimizzare il divertimento (leggi: profitti) Guitar Hero 5 è arrivato su PlayStation 2, seguito da un nuovo DJ Hero poco dopo. Aspetta cosa? record di formaggio raschiante *. Vuoi dire che il gioco pericoloso di Activision che aveva già costose periferiche per giradischi è apparso su una console di nove anni?

Parla di spavalderia. Non è che il gioco in sé non richiedesse molta attenzione. Tuttavia, data la fascia di prezzo e il calo generale dei giochi di ritmo in quel momento, trasferirlo su PS2 dovrebbe essere l’ultima delle priorità dell’azienda. Non è come se i segnali di pericolo non esistessero. Il numero di persone che sono salite sul palco è diminuito del 64% tra Guitar Hero 3 e 4 (alias Tour World), l’ultimo dei quali era stato rilasciato l’anno precedente. Dato che la cosiddetta “versione legacy” GH5 aveva più senso, che dire dell’ampia base di installazione di “strumenti” compatibili, ma di periferiche nuove di zecca? Non è così intelligente.

Star Wars: The Force Unleashed (2008)

D’ora in poi i tuoi occhi su “The Probable Force”, la settima generazione è riuscita a meravigliarsi sulla sesta via. Artoo conosce solo la magia tecnica che ha permesso a questo attaccabrighe basato sulla fisica di analizzare per PS2, ma con la gomma lo hanno fatto. Sviluppato dalla mente di MacGyver come Krome, lo studio è riuscito a codificare questa deliziosa imitazione vecchia scuola – ancora un risultato notevole a causa della loro completa mancanza di accesso ai motori Havok, Euphoria e DMM – noti anche come elementi essenziali. dei titoli PS3 e Xbox 360. La povera vecchia PS2 non era in grado di gestire quei dati.

Invece, Krome ha creato il proprio motore interno, rielaborando tutto, dal design a livello di TFU al modo in cui Galen ha afferrato il suo accendino (ora “normale” anziché all’indietro). Il risultato è stato una versione sorprendentemente giocosa, anche se mai così piccola del fratello maggiore di LucasArts, con nuovi livelli appena sufficienti, modifiche al gameplay e ambienti rimodellati per dare ai fan più accaniti un motivo per entrambi.

Alone in the Dark (2008)

Cosa succede quando prendi un gioco già ambizioso e provi a portarlo su una console di 8 anni? Se hai risposto “niente di buono”, allora congratulazioni, sei ufficialmente più ragionevole del team editoriale di Atari. Il riavvio del 2008 di Alone in the Dark è stato molto positivo con idee eccellenti e tecnologia creativa. Sfortunatamente, l’intera esperienza è stata racchiusa in un’esecuzione cliché, e questo è solo sulle console “vetrina”. Il valido tentativo di Hydravision, se completamente compromesso, di far funzionare il gioco su una PS2 finendo per creare una bestia più morbida rispetto ai suoi parenti Xbox 360 (la PS3 avrebbe la sua “Inferno Edition” che è stata leggermente migliorata in seguito.

Oltre ai problemi “vaniglia” del gioco, ovvero quelli sperimentati su tutte le piattaforme, i giocatori di PS2 sono stati sottoposti a una grafica davvero cupa e a uno schema di controllo scomodo e restrittivo. I critici sono stati più generosi riguardo alla straordinaria tecnologia delle fiamme del gioco, ma Alone in the Dark ha venduto a malapena 60.000 unità, non è riuscito a dare fuoco al mondo. Diavolo, probabilmente non sapevi nemmeno che questa versione esistesse. C’è chi vuole ancora dimenticare.

FIFA 14 (2013)

I titoli sportivi annuali sono scarafaggi post-apocalittici del mezzo interattivo. Vale a dire: vivono oltre ogni ragionevole aspettativa. Considera il franchise di FIFA, un marchio piccolo quanto [ECONOMICAL] come è un nome famoso. Se ci sono soldi da fare da qualche parte, faresti meglio a crederci [FIFA IS OUR GLORIOUS BENEFACTOR, BLESSED BE ITS REVENUE STREAMS] materiale per cavalcare un vecchio cavallo da guerra come la PS2 fino alle ginocchia annodate. A proposito di scoregge vecchio stile [SEPP BLATTER IS YOUR FRIEND, HIS CAUSE IS JUST, PLEASE MOVE ALONG NOW].

Dove ero io? Oh sì, triste sopravvivenza. A nessuno piace la serie FIFA EA, un fatto che è evidente per via dell’esistenza di FIFA 14 su PS2. Questa è la PlayStation 2, intendiamoci. Il dramma. Stazione. Due: una console di 13 anni che ospitava un titolo che sarebbe apparso anche su PS4. È come invitare tuo nonno a fare un giro in bicicletta, solo per scoprire che è vestito in pieno la scorsa stagione. Purtroppo, FIFA 14 non è stato l’ultimo gioco rilasciato per il sistema, né è stato nemmeno l’ultimo sim di calcio. Questo dubbio onore va a PES 2014 di KESami, apparso 6 settimane dopo. Anche se penso che Konami sia tutto incentrato sulla “fine amara” in questi giorni.

Toy Story 3 (2010)

Proprio come le console obsolete passano sempre da un fratello all’altro, molti editori cercheranno di seguire in natura, restringendo la loro fascia di età mirata al fine di soddisfare una razza più giovane di giocatori. Stranamente, il cupo pensionato finisce in qualche modo nella cintura, gli è stata concessa una seconda prospettiva di vita, ma di solito a scapito della qualità del gameplay. Toy Story 3 di Disney rappresenta uno di questi possedimenti: un gioco finalizzato alla “release legacy” insieme ad altre piattaforme più moderne.

Stranamente, questo particolare porting non è stato visto al di fuori degli Stati Uniti e, naturalmente, è stato pesantemente ridotto rispetto ai suoi cugini PS3 e Xbox 360. Ad esempio, l’ambiziosa modalità scatola dei giocattoli del gioco è stata completamente tagliata e sostituita da una storia più semplice modalità. Per mettere le cose in prospettiva, il 2010 è stato lo stesso anno in cui ai fan piacciono Halo: Reach e Heavy Rain. Ancora più strano è che la vecchia console continuerà a ricevere versioni con licenza per altri tre anni!

Call of Duty World At War: Final Fronts (2008)

Ah “Final Fronts”, giustamente chiamato per l’ultimo Call of Duty presentato su PS2, una macchina che a quel punto si era dimenticata di se stessa – una priorità assoluta per la maggior parte degli studi. A differenza di Activision, un editore sembra intenzionato a sfruttare ogni flusso di entrate immaginato. Entra in Rebellion, un piccolo sviluppatore britannico (e sorprendentemente, il proprietario di 2000AD e Judge Dredd) che è responsabile della serie Alien vs. Predator. Ispirato da un nuovo motore, Rebellion ha cercato di avviare una serie di modifiche ambiziose alla formula principale del gioco, incluso un “sistema di fuoco selvaggio” di base simile a quello trovato in Far Cry 2.

Molto più di una backdoor da scalare, Final Fronts ha persino le sue missioni esclusive. Purtroppo, non è stato sufficiente, poiché il gioco è andato giù in molte recensioni, lasciandoli molto indietro rispetto ai suoi fratelli più grandi e migliori. Tuttavia, questo non vuol dire che il gioco non avesse nulla a che fare con la PS2; piuttosto è stata la scarsa visualizzazione critica del gioco che l’ha vagamente consegnata. Sapevi che c’era una porta WaW per la PS2?

Silent Hill: Shattered Memories (2010)

Per quanto innovativa e suggestiva come il gioco originale, la serie di Silent Hill non andò bene fino alla sesta generazione di sistemi. La seconda voce proposta universalmente è caduta nel 2001, e due anni dopo a Silent Hill 3. Un altro anno dopo, la quarta puntata è stata aggiunta da Konami. Questa era una vera età dell’oro per il mostro tremolante dalle membra manichine. Si potrebbe dire che la sesta generazione, e la PlayStation 2 in particolare, ha mostrato una sorta di “zona di comfort” per il franchise. Una zona di comfort in cui sarebbe tornato due volte dopo.

Il primo esempio, pubblicato nel 2008, era un brano intitolato PSP SH: Origins. Forse è un po ‘tardi per la festa, ma non così tanto – dopotutto, le traduzioni da PSP a PS2 non vengono ascoltate esattamente. Ciò che è accaduto dopo, tuttavia, non è stato così inquietante come lo spavento di un salto con gli arti. Dopo aver creato un gioco per sfruttare l’esclusiva architettura Wii di Nintendo, l’editore Konami lo ha trasformato e ha portato Shattered Memories direttamente su PS2. Nel 2010 Sono passati quasi dieci anni dal seminario di Silent Hill 2 e sulla stessa piattaforma. Questa è la longevità.

Need for Speed: Undercover (2008)

A tutti sembra piacere un buon gioco di corse, dal giocatore occasionale al vecchio esperto ordinario. Sì, anche coloro che non si considerano un fan del genere probabilmente ammetteranno che giocare a un rasoio diverso, che si tratti di un titolo di kart carino o solo di un gioco d’azione pesante. Pertanto, è comune fare una forte strategia aziendale se si sceglie di investire in un gioco di corse, prima che venga offerto su tutte le piattaforme. Caso in questione, EA Need for Speed: Coverage. Nonostante un’ovvia attenzione alla settima generazione, per non parlare della loro ricezione per lo più mediocre, il porting per PS2 del gioco è riuscito a ottenere un numero significativo di vendite.

In effetti, l’edizione è arrivata quasi a battere i punteggi di Xbox 360, una console che esisteva già da tre anni. A volte anche gli editori di grandi nomi lo fanno bene. A volte.

E ora per rilasciare alcuni dei migliori giochi su tecnologia obsoleta. Da questo momento in poi leggerai nient’altro che un’idea originale di Andy Hartup “OG”, tagliata a dicembre 2013. “Ooh vintage”, ti sento piangere, quindi dovresti. Godere!

Gran Turismo 6 (2013)

Mentre GT ha attraversato l’intera generazione di PS3 con lo strano Prologo e la semplice e noiosa GT5, GT6 sembra un serio ritorno alla forma grazie a bellissime immagini, maneggevolezza e un solido sistema di progressione.

Confrontalo con Forza 5, che sembra buono (ma certamente non molto meglio di GT6) ma si comporta male; e Drive Club, che ha dovuto essere rimandato dal lancio di PS4 per miglioramenti, e GT6 improvvisamente sembra un rasoio dell’anno con un motivo valido per mantenere presto collegata la tua PS3. A Polyphony piace passare il tempo con i giochi, ma – in questo caso – il lungo ciclo di sviluppo ha dato i suoi frutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *