10 episodi chiave di Star Trek: Next Generation da guardare prima di Picard

Marta
Marta

(Credito immagine: CBS)

Jean-Luc Picard è stato una rivelazione quando è apparso per la prima volta sui nostri schermi televisivi in ​​Star Trek: The Next Generation. Prima del 1989, c’era un solo capitano di Star Trek: James T. Kirk, che indossava due magliette ed è stato strappato da William Shatner. Al contrario, il Picard di Patrick Stewart era colto, cerebrale, calvo e francese (beh, più o meno).

Durante sette stagioni e quattro lungometraggi, Picard ha continuato ad essere il personaggio più rispettato dell’intero Trek. Ciò è in parte dovuto alla performance dominante di Patrick Stewart, ma è anche una ricchezza di scrittura. Picard è un personaggio duro e distante; un uomo che si mantiene indipendente dal suo equipaggio, ma anche un uomo di intelligenza acuta, con empatia e integrità – per non parlare di una vena pionieristica che mette in imbarazzo Jim Kirk. A casa guidando un dune buggy e accendendo un phaser mentre si aggira intorno a un vigneto, Picard è uno dei personaggi più versatili della TV. Per questo motivo, non sorprende che sia il primo capitano di Star Trek a prendere il nome da una serie.

Con Star Trek: Picard finalmente sugli schermi, abbiamo guardato indietro negli archivi per trovare i 10 episodi chiave di The Next Generation che definiscono il personaggio. Non è stato un compito facile: che dire del suo turno di leader romantico in “Captain’s Holiday”? O combattere per l’onore di Worf in “Sins Of The Father”? – ma speriamo che presti attenzione a questi episodi di Star Trek: Picard atterra. Andare al lavoro!

Misura della paura (S2E9, 1989)

(Credito immagine: CBS)

Esatto, non stiamo iniziando con il pilota perché, onestamente, non è così buono. Invece, ti suggeriamo di entrare nel primo episodio davvero sorprendente. “The Measure Of A Man” è un episodio incentrato sui dati, in cui vengono messi in discussione i diritti dell’androide. Picard si fa avanti per difenderlo, affrontando la Flotta Stellare e persino Riker che assume la posizione dell’opposizione. Potrebbe non essere un grande episodio chiaro per il Capitano, ma va al cuore del suo ricco rapporto con Data, che sappiamo sarà una caratteristica importante nella nuova serie.

Il meglio di entrambi i mondi – Parte 1 e Parte 2 (S3E26, S4E1, 1990)

(Credito immagine: CBS)

La prossima stagione di Next Generation si è conclusa con uno dei clipper TV che è stato davvero buono. I Borg rapiscono e assimilano Picard, costringendo Riker ad aprire il fuoco sul suo vecchio mentore. È una cosa grandiosa che la seconda parte sia ancora migliore, visto che vediamo i Borg guidati da Picard combattere disastrosamente contro la Federazione che lascia (si apprende in seguito) circa 11.000 ufficiali della Flotta Stellare.

Picard viene infine salvato e riportato alla sua piena umanità, ma l’ombra di questo trauma fisico e psicologico peggiora per il resto della sua vita, portando a occasionali atti di avventatezza mentre si trova sui Borg.

Famiglia (S4E2, 1990)

(Credito immagine: CBS)

Se “The Best of Both Worlds” è al massimo la prossima generazione, questo è lo spettacolo che si sta immediatamente deteriorando nella direzione opposta. Dopo un incubo con i Borg, Jean-Luc torna a casa per riprendersi in Francia, ma trova che lo aspetta solo un rapporto familiare sotto pressione. Un pezzo incentrato sul personaggio, “Famiglia” mostra l’eroico Picard sotto una luce molto diversa, sfidando suo fratello Robert (Jeremy Kemp) che non ha altro che ambiguità e difficoltà verso la sua graziosa carriera nella Flotta Stellare.

The Drumhead (S4E21)

(Credito immagine: CBS)

Un’esplosione in ingegneria sembra essere un atto di sabotaggio, implorando la Flotta Stellare di inviare un ammiraglio in pensione a indagare. Ben presto divenne chiaro, tuttavia, che il suo principale interesse era l’inseguimento di una strega contro Picard. Nel testo dello spettacolo, questo dramma in tribunale è un commovente (e raro al momento) esame delle conseguenze delle sue azioni passate, in particolare il mucchio che si è verificato durante l’incidente dei Borg. Ancora più importante, tuttavia, è un episodio sull’importanza dei diritti civili e sull’imparzialità della legge, che offre a Patrick Stewart l’opportunità di fare un discorso sprezzante.

Darmok (S5E2, 1991)

(Credito immagine: CBS)

“Darmok” è un episodio che dimostra l’adattabilità di Picard; tra la sua presa e la sua feroce intelligenza. Quando la comunicazione tra l’Enterprise ei Tamarian fallisce, Jean-Luc viene trasportato con la forza su un pianeta alieno dove lui e il capitano alieno Dathon devono cooperare per sopravvivere. Il guaio è che non si capiscono … Sebbene siano braccati da una bestia mortale, Picard arriva a capire che i Tamerici comunicano pienamente in metafora e allegoria, piuttosto che in linguaggio diretto. La sua rabbia cambia per il suo rapimento e si rende conto che questa esperienza potenzialmente fatale è il modo in cui Dathon crea un terreno comune tra i due. Un episodio significativo che evoca la frase senza senso “Darmok e Jalad a Tanagra” che sembra significativa e commovente.

The Inner Light (S5E25, 1992)

(Credito immagine: CBS)

L’Enterprise viene scansionata da una sonda aliena e sembra trasportare Picard in un altro mondo e in un altro mondo. Ecco Kamin, un tessitore di ferro con moglie e amici. Gli viene detto che il suo tempo alla Flotta Stellare non è stato altro che una distrazione e questa è la sua vita reale, che continua a vivere nella sua vecchiaia. Alla fine viene “salvato” e riportato sull’Enterprise con una spiegazione molto tragica di ciò che gli è realmente accaduto, ma ci sono ricordi dei suoi anni nella vita di quest’altro uomo che è morto da tempo. La classica premessa di fantascienza e la magistrale interpretazione di Stewart gli valsero il premio per la migliore presentazione drammatica agli Hugos quell’anno.

Catena centrale (S6E10, S6E11, 1992)

(Credito immagine: CBS)

Queste due parti difficili presentano una delle serie più memorabili di Star Trek. Nella prima parte Picard viene trovato impegnato in una missione segreta per distruggere la struttura di armi biologiche di Cardassion, e il Capitano Jellico, che non possiede nulla, prende il controllo della Venture. Ma quando le cose vanno male, Jean-Luc viene arrestato. Il brutale secondo tempo di Cue, in cui Picard viene torturato e interrogato quasi al punto da essere spezzato da Gul Madred (ottima interpretazione di David Warner, che si alza per incontrare Stewart al suo meglio) che cerca di svelare il suo spirito insormontabile e il senso della realtà. rovesciare affermando l’esistenza ci sono cinque luci nella stanza, invece di quattro.

Arazzo (S6E15, 1993)

(Credito immagine: CBS)

Effettivamente fa di Star Trek It’s a Great Life. Da giovane provocante, Picard si è trovato in una rissa da bar di cattivi consigli con alcuni Nausicaans duri. Era intrappolato nel cuore e, sebbene la sua vita sia stata salvata, il suo cuore artificiale ora sta crollando. Morendo, Picard incontra di nuovo Q, il che gli permette di fare le cose in modo diverso. Lo prende e riscopre l’Enterprise, che ora vive la vita di un giovane ufficiale scientifico comico, qualcuno che ha giocato in sicurezza e ha fatto poco nel processo. Gli episodi Q possono essere battuti e persi, ma questo è un esame emozionante di ciò che rende Picard un grande capitano.

Starship Mine (S6E18)

(Credito immagine: CBS)

Tutti sanno che Picard è un diplomatico spaziale cerebrale, ma è anche un eroe dei fumetti (c’è motivo per cui i Klingon lo rispettano così tanto) con una vena spietata. In “Starship Mine” questo viene spinto al limite quando alcuni criminali fanno evacuare l’Enterprise, come un modo per intrufolarsi a bordo e rubare la resina di trilitio. Solo sulla nave, Picard deve buttare fuori i suoi nemici in un letale gioco di gatto e topo. Sì, questo è Die Hard in a Jefferies Tube, e un episodio che ci ricorda che non dovresti mai scherzare con Jean-Luc Picard …

Va tutto bene … (S7E25, S7E26, ​​1994)

(Credito immagine: CBS)

L’episodio finale di The Next Generation prende le cose con calma, riportandoci al processo Q dell’umanità dal primo episodio, “Encounter At Farpoint”. La grande anomalia di Picard scorre avanti e indietro attraverso la sua linea temporale personale, dando uno sguardo a un futuro in cui ha lasciato la Flotta Stellare, ha sviluppato la sindrome degenerativa della sindrome irumodica e si è ritirato nella sua vigna in Francia. Ciò che sarà in linea con ciò che il nuovo spettacolo propone è ovvio, ma l’episodio offre un ritratto credibile di Jean-Luc in vecchiaia: fisicamente feroce, forse, ma tutto così giusto, risoluto e inviolabile e mai stato. Il Capitano della Flotta Stellare è il migliore mai conosciuto.

Guarda il bonus!

Questi due non sono avventure, ma film – e Jean-Luc non compare nemmeno in uno di essi …

Star Trek: Nemesis

(Credito immagine: CBS)

Ok, carte sul tabellone, Nemesis non è un bel film. La trama è una prova di Wrath of Khan, Tom Hardy è terribilmente invincibile e ha una scena molto disgustosa di “stupro mentale”. Ma è l’ultima apparizione del personaggio nella nuova serie e l’ultima grande scena dei Romulani, che sono noti per avere un ruolo importante nella nuova serie.

Star Trek (2009)

Star Trek 4

(Credito immagine: molto importante)

La maggior parte dei riavvii appariscenti di JJ Abrams avvengono in una sequenza temporale diversa. Ma le sue scene iniziali hanno preparato il terreno per Star Trek: Picard, con la distruzione di Romulus nell’era di The Next Generation. L’espositore di Picard Alex Kurtzman ha detto che la partenza di Picard dalla Flotta Stellare è dovuta in parte ai massicci cambiamenti galattici avvenuti dopo la dissoluzione dell’Impero Romulano, quindi se hai tempo, prova questo.

Star Trek: Picard ha bisogno di più di un primer? Quindi dai un’occhiata alla nostra analisi approfondita della sequenza temporale di Star Trek.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *